Mondo Inter

La Russa: «Inter favorita? Guai, mani da un’altra parte! Juventus insidiosa»

Il senatore Ignazio La Russa, ospite di “Monday Night” su Sportitalia, vede la Juventus e non il Milan come prima rivale dell’Inter. Nel corso della trasmissione ha usato la scaramanzia (obbligatoria) sulle sorti del campionato e sottolineato i miglioramenti di Conte.

RIVALE PRINCIPALEIgnazio La Russa valuta le avversarie in Serie A: «Seriamente considero la Juventus ancora come l’avversario più insidioso per l’Inter. Se vince col Napoli ha sette punti di svantaggio: ha da giocare la partita delle partite, quella con l’Inter. Il distacco di oggi può essere più che dimezzato, a quel punto le partite saranno decisive. Guai a seguire l’onda dei commentatori sportivi, che ci stanno dando più che favoriti. Io so che fino a tre anni fa eravamo a venti punti dalla Juventus, adesso è a dieci punti da noi. Io dico soltanto che c’era un tentativo, dei non interisti, che speravano che venisse cacciato Antonio Conte».

SCARAMANZIA – Per La Russa non è certo fatta per l’Inter: «Le mani sullo scudetto? Qui le mani gli interisti le stanno mettendo tutti da un’altra parte… (ride, ndr) Il calciomercato ce lo siamo fatto in casa, con Ivan Perisic e Christian Eriksen. Speso tanto? Anche questa cosa la vorrei smentire. Abbiamo preso Romelu Lukaku, ma non in cambio di un giocatore di quarta categoria: di Mauro Icardi. Poi abbiamo preso Achraf Hakimi, ma questi acquisti ce li siamo pagati tutti con le cessioni. Fa bene Conte a dire che l’ultimo acquisto che abbiamo fatto è Hakimi: dopo non abbiamo più acquistato nessuno».

MIGLIORAMENTI – La Russa giudica l’Inter: «Credo che questa rosa stia finalmente seguendo gli insegnamenti dell’allenatore, e si sia compattata anche perché quest’anno il campionato è più equilibrato. Ci sono meno storie, a parte qualche rigore in più o in meno. I punti dell’Inter, che sono quelli dell’anno scorso, bastano perché c’è più competitività. E sta venendo meno la Juventus, che sta facendo più o meno come l’Inter dopo il 2010».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale

Articoli correlati

Back to top button

Rilevato Ad Block

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, e si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.