Bergomi: “Inter prevedibile, Eriksen utile. Giroud? Non mi aspettavo…”

Articolo di
30 Gennaio 2020, 20:17
Giuseppe Bergomi Giuseppe Bergomi
Condividi questo articolo

Le parole di Giuseppe Bergomi, opinionista di “Sky Sport”, sulle operazioni del mercato invernale dell’Inter. Christian Eriksen e Olivier Giroud sogno e rimpianto. Ma anche Ashley Young e Victor Moses, e il loro impatto sull’ambiente nerazzurro. 

ENTUSIASMO – L’Inter ha mosso parecchio le acque in questa sessione invernale del calciomercato. Sono arrivati Christian Eriksen, Ashley Young e Victor Moses dalla Premier League. Tre nomi che dovrebbe far fare il salto di qualità alla formazione di Antonio Conte. Giuseppe Bergomi si è espresso così proprio sul danese: «È mportante avere questa soluzione in più. Secondo me in questo momento l’Inter è diventata abbastanza prevedibile e un po’ stanca. Le squadre avversarie hanno iniziato a prenderle le contromisure. C’è bisogno di trovare qualcosa di diverso. Eriksen può essere quel giocatore che messo dietro le punte dà qualcosa in più. Lo vedo trequartista ma può fare anche l’interno. Ieri Antonio Conte ci ha fatto capire che a lui improvvisare non piace. È un giocatore non frenetico, che sa giocare di destro e di sinistro e ti può dare i tempi di gioco. Sono pronto ad aspettarlo per alcune partite in cui magari non farà bene. Ma vedo in lui delle potenzialità per innescare le punte e per dare quella qualità nel gioco che in questo momento sta mancando all’Inter».

INCERTEZZE OFFENSIVE – Sulla questione mercato e sulle incertezze riguardo l’attaccante di scorta: «Mi sorprende, perché prima della partita con la Fiorentina dicevano che il reparto fosse a posto così. Forse si sono un po’ spaventati con la prestazione di Alexis Sanchez. Il ragazzo era un po’ fuori ruolo da trequartista ed è stato tanto tempo fuori per infortunio. Bisogna dargli tempo e l’Inter non voleva intervenire per non turbare l’equilibrio che si era creato nel gruppo. Ho sentito di Goran Pandev e Islam Slimani (QUI le ultime), che sono nomi che certamente possono darti qualcosa. Ma questa scelta di tornare sul mercato ha sorpreso anche me. Olivier Giroud? A me piace. Penso sempre che nel nostro campionato chi ha fisicità riesce sempre a fare qualcosa di importante. Tutti vogliono giocare bene a calcio, ma poi quando bisogna vincere le partite c’è da verticalizzare. Uno come Giroud poteva essere ideale».

BILANCIO POSITIVO – Giuseppe Bergomi ha anche espresso un parere sugli altri nomi del mercato nerazzurro: «Mi è piaciuto, in linea di massima. Ashley Young e Victor Moses vanno a completare il reparto. Il problema dei quinti dell’Inter è che sono sempre molto bassi. Però Young un po’ di imprevedibilità la aggiunge. Gli esterni di prima facevano il massimo per quello che era nelle loro corde. Questi due devono aggiungere qualcosa in più».




© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE




Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.