Cagliari-Inter, la moviola: dubbi sulla punizione dell’1-0, non sul rigore

Articolo di
2 marzo 2019, 08:24
Luca Banti

Luca Banti è stato l’arbitro della partita Cagliari-Inter, valida per la ventiseiesima giornata di Serie A 2018-2019 e finita 2-1. Questa la valutazione della direzione di gara del fischietto della sezione di Livorno, dei suoi assistenti e degli addetti al VAR.

VOTO 5 – Chi pensava a un trattamento “di favore” per l’Inter dopo lo scempio di Firenze si è sbagliato di grosso. All’8′ ammonito Luca Cigarini per un fallo in netto ritardo su Radja Nainggolan (sul quale poteva lasciar correre per il vantaggio, c’era una promettente azione d’attacco), quattro minuto dopo stessa situazione e nuovo intervento irregolare sul quale poteva tranquillamente esserci il secondo giallo, ma arriva soltanto la punizione. Per lo stesso motivo graziato Marcelo Brozovic al 17′ (l’ammonizione la prenderà più avanti, nella ripresa), intanto il Cagliari protesta per un tocco di mano di Kwadwo Asamoah che porta a un lungo silent check dove poi si riparte con punizione dall’altra parte del campo (nel frattempo l’azione era proseguita): giusto non richiamare Luca Banti al VAR, sulla palla dentro Leonardo Pavoletti colpisce prima di testa e poi di braccio, quindi la palla carambola sul ghanese ma a quel punto il primo intervento irregolare è del giocatore rossoblù. Ammonito Joao Pedro al 20′ per un intervento su Lautaro Martinez, corretto non dare rosso diretto perché il brasiliano tira indietro la gamba. Discutibile la punizione che porta all’1-0: non sull’intervento di Milan Skriniar su Cigarini (prende la palla prima, ma poi in pieno la tibia dell’avversario), quanto perché lo slovacco appare sbilanciato dal precedente contrasto e poteva starci una punizione invertita (peraltro anche qui non dà il vantaggio). Ripresa con tante interruzioni più per scontri di gioco che per altro, fatta eccezione per un silent check su cross di Danilo D’Ambrosio respinto col braccio da Luca Pellegrini al 73′ (appare fuori area), al 90′ rigore netto per il Cagliari con Skriniar ingenuo nello sgambettare Kiril Despodov, già in precario equilibrio e peraltro pure destinato a uscire dall’area. Sei minuti di recupero assegnati in corrispondenza del rigore, si riprende a giocare a 91:27 con due ulteriori interruzioni ma vengono recuperati appena quaranta secondi.

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE