Pagelle

Inter-Udinese, le pagelle: Correa da 5 a 7.5 in 7′, a Barella manca solo il gol

Inter-Udinese è terminata 2-0. Altro bel successo nerazzurro. Inzaghi si affida a qualche “riserva”, ma lo stesso Correa prima di uscire dimostra che questa etichetta non può esistere. La doppietta dell’argentino cambia giudizi e voti. Nessuna insufficienza. Di seguito le pagelle di Inter-Udinese

SAMIR HANDANOVIC 6.5 – Normale amministrazione per uno dei grandi ex della partita. Attento quando chiamato in causa, si esalta nel finale sulla conclusione di Deulofeu. Altro clean sheet importante.

Inter-Udinese, le pagelle dei difensori: trio affidabile

MILAN SKRINIAR 7 – Rigenerato dopo la prima assenza stagionale per turnover, rientra da protagonista. La fisicità degli attaccanti bianconeri deve fare i conti con quella del centrale slovacco, che nel finale riesce a bloccare anche gli avversari più brevilinei.

ANDREA RANOCCHIA 6.5 – Sicuro dietro, preciso in impostazione e pericoloso davanti quando può salire a colpire di testa sui corner. Un buon ritorno da titolare. Cala un po’ nel finale, quando l’Udinese è costretta ad attaccare e la disabitudine a certi ritmi si fa sentire.

ALESSANDRO BASTONI 7 – Nel primo tempo si fa vedere più per i problemi fisici che per le chiusure, di cui non c’è particolare necessità visto il dominio nerazzurro. Nella ripresa si impone con la consueta qualità in entrambi i compiti richiesti da Inzaghi, ma non può prendersi il “+1” dell’assist in occasione dell’1-0.

Inter-Udinese, le pagelle dei centrocampisti: che Barella!

DENZEL DUMFRIES 6 – Barella gli nega quello che sarebbe stato quasi sicuramente il suo primo gol in Serie A. Si fa vedere in attacco e in difesa, pur non partecipando in maniera granché “attiva” al giropalla. Inizia malissimo nella ripresa, sfiduciato. Poi regala l’assist a Correa per il 2-0 e diventa una garanzia nel finale. Arriva così una sufficienza piena per l’olandese, che deve ritrovarsi con calma.

NICOLÒ BARELLA 7 – Decide di dover segnare e lo dimostra andando al tiro sette volte solo nel primo tempo! Ma il gol non arriva. Grave l’errore del mancato assist a Dumfries, per il resto è il più pimpante in campo. Una spina nel fianco continua, ma molto meglio quando innesca i compagni – come Dumfries in occasione del 2-0 – che quando prova la soluzione personale. Fosse meno egoista, sarebbe da 8.

– Dall’80’ STEFANO SENSI SV – Altri 10′ più recupero da mettere nelle gambe dopo Empoli.

MARCELO BROZOVIC 7 – Partita tatticamente complicata, più per i compagni che per il centrocampista croato. Fa la sua solita partita alternando giocate in completo relax a spunti in grado di far cambiare inerzia e ritmo. Sempre più complicato limitarlo.

HAKAN CALHANOGLU 6 – Prova in tutti i modi a rendersi utile e ci riesce, perché l’Inter domina finché è in campo. In questa fase della stagione è più gregario che primadonna. Non va oltre la prestazione da un’ora.

– Dal 70′ ARTURO VIDAL 6.5 – Va al tiro alla prima occasione utile ed è già più pericoloso di Barella. Non toglie mai la gamba. La grinta è quella dei tempi migliori, il ritmo ovviamente condizionata dall’età e non solo.

IVAN PERISIC 7 – Condizione atletica invidiabile, la panchina di Empoli lo rigenera. Imprendibile sulla sinistra, dove i doppi passi sono abusati. Ottima l’intuizione di lanciare Correa per l’1-0, poi migliora di minuto in minuto. Si trova un esterno migliore sul mercato?

– Dall’85’ FEDERICO DIMARCO SV – Entra per far prendere gli applausi a Perisic.

Inter-Udinese, le pagelle degli attaccanti: ribaltone Correa

EDIN DZEKO 6.5 – Fa il solito gran lavoro, solo contro tutti e a tutto campo. Ciò ne causa anche l’imprecisione sotto porta, perché le occasioni per segnare le avrebbe pure.

– Dall’80’ LAUTARO MARTINEZ SV – Fanno tutto gli altri e può limitarsi alla porzione finale di partita senza stress.

JOAQUIN CORREA 7.5 – La prima ora di gioco è da 5 in pagella, pienissimo. Abbondantemente il peggiore in campo (seguito da Dumfries). Poi in 7′ cambia tutto. La sua prestazione e quindi il suo voto, ma soprattutto la partita dell’Inter e il suo risultato. E non può che essere il protagonista assoluto di Inter-Udinese. Il migliore.

– Dal 70′ ALEXIS SANCHEZ 6 – Ha voglia di fare e strafare, come sempre. A livello qualitativo è senza dubbio il profilo migliore nella rosa dell’Inter, ma sul 2-0 il suo apporto serve per evitare rischi inutili. Corre, inventa, si fa vedere. Gli manca ancora il gol.

Il voto all’allenatore: tutto perfetto

SIMONE INZAGHI 7 – Altre rotazioni vincenti, altro turnover convincente. L’Inter domina, rischia poco, apre e chiude la partita. E poi Inzaghi può effettuare i cambi, tra l’altro tutti di qualità. Ed è esattamente questo che si chiede all’allenatore dell’Inter a questi livelli. L’Udinese di Gotti non è squadra facile da affrontare, il 2-0 è un gran risultato. Complimenti.

I voti degli avversari: l’Udinese di Luca Gotti

UDINESE: Silvestri 6; Rodrigo Becao 5.5, Nuytinck 6, Samir 6.5; N. Molina 5 (dall’89’ Soppy SV), Pereyra 6.5, Jajalo 6 (dal 59′ Walace 5.5), Makengo 6.5 (dal 70′ Arslan 6), Stryger Larsen 6.5 (dal 70′ Udogie 6), Success 6 (dal 59′ Deulofeu 6.5), Beto 6. All. Gotti 5.5

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button