Ibrahimovic: “Partita importantissima. Covid? Non volevo perdermi il derby”

Articolo di
17 Ottobre 2020, 21:25
Zlatan Ibrahimovic Milan-Bologna Zlatan Ibrahimovic Milan-Bologna
Condividi questo articolo

Zlatan Ibrahimovic ha parlato ai microfoni di “Sky Sport” dopo la sconfitta subita oggi dall’Inter nel derby contro il Milan. Comprensibile l’amarezza del capitano nerazzurro

PARTITA IMPORTANTE – Ibrahimovic sottolinea l’importanza della partita di oggi: «C’era tanto, era una partita importantissima contro l’Inter, il derby che il Milan non vinceva da anni. Ero chiuso in casa, avevo tanta fame che si è vista oggi. Ero un po’ deluso per il rigore, ma poi ho fatto gol subito e abbiamo vinto, questa è la cosa importante. L’avventura continua».

MILAN DA SCUDETTO – Ibrahimovic per ora non vuole parlare di scudetto: «Siamo agli inizi. Da quando sono arrivato io la squadra sta facendo grandi cose e dopo il lockdown la squadra sta crescendo tanto. Si vede che c’è più collettivo, la mentalità è diversa, i giovani si prendono più responsabilità. Voi non vedete tutti i giorni come si allenano, stanno facendo grandi cose».

LA RESPONSABILITA’ – Ibrahimovic sottolinea l’importanza di essere un leader: «Io sento tanto la responsabilità. Sono il più vecchio in squadra, sono un leader ed è una situazione che mi piace tanto. Sono tutti disponibili e bravi, mi seguono, hanno voglia e fame di vincere e mi seguono il più possibile. Non sono stupito di me stesso, conosco il mio livello, so cosa posso fare. Sono andato in America per ripartire da zero, dopo l’infortunio a Manchester ho detto a Mourinho di non convocarmi, non lo volevo deludere, non ero pronto. Poi sono andato in America, poi alla fine ero indeciso se continuare, poi Mino Raiola mi ha detto che non mi faceva smettere in America. Ho detto di chiamare il Milan e sono arrivato».

IL COVID – Ibrahimovic parla della sua positività al Covid: «Non ho avuto paura della malattia, ho solo perso un po’ il gusto. Facevo il tampone ogni tre giorni e mi dicevo che potevo saltare altre partite, ma il derby non l’avrei mai saltato, anche con risultati negativi (ride ndr).».

COME SI SENTE – Ibrahimovic nonostante l’età si sente bene: «Mi sento più completo, ho più esperienza. Da giovane sei in crescita, stai imparando le cose. Oggi mi sento completo e con tanta esperienza. Se avessi la condizione di 20-30 anni non mi fermerebbe nessuno, ma nessuno mi ferma nemmeno oggi».

L’ESULTANZA POLEMICA – Ibrahimovic spiega l’esultanza dopo il gol: «C’era uno del pubblico che urlava, cantava qualcosa e la dedica era per lui, ha mangiato questo gol».

STO BENE – Ibrahimovic conferma di stare bene: «E’ un po’ di tutto. Fisicamente sto bene, non è un segreto. Mi alleno tanto, sto giocando bene, gioco con compagni disponibili a fare ciò che bisogna fare in campo. Stanno facendo bene, ascoltano, mettono tutti intensità. La mia filosofia è dare sempre tutto nelle partite».

LA CRESCITA DI LEAO – Ibrahimovic parla della crescita di Leao: «Molto forte, ha un fisico quasi meglio del mio. E’ veloce e ha tecnica, deve solo concentrarsi sul calcio come sta facendo e capire la possibilità che ha. Sta giocando nel Milan, non è che qua hanno tanta pazienza per aspettare un giocatore. Scudetto? Ora pensiamo una partita alla volta, ogni partita è una finale. Quando sono arrivato l’obiettivo era arrivare in Europa, adesso giochiamo ogni partita come una finale. L’obiettivo del club è continuare in Europa, i miei personali li tengo per me».

SI PUO’ LOTTARE PER IL TITOLO? – Ibrahimovic parla della possibile lotta per il titolo: «Secondo me c’è la possibilità, sicuro. Chi crede può fare tutto e noi ci crediamo, stiamo lavorando per questo. Poi alla fine vediamo come andrà, il campionato è ancora lungo»

DERBY GIOCATO CON ADRENALINA – Ibrahimovic parla di come è stato preparato il derby: «Ogni partita è differente. Il Mister l’ha preparata bene, ha deciso come attaccare. Secondo me nel primo tempo abbiamo vinto ogni pallone, la squadra voleva tenere il pallone per avere più forze, ma un derby è tutta adrenalina. Siamo riusciti a fare bene grandi cose, alla fine abbiamo rischiato un po’, ma questo è il derby».



Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE