IntervistePrimo Piano

Farris: «Sanchez campione universale! Rienterà nelle rotazioni»

Farris è il vice di Inzaghi, che oggi era squalificato, e quindi è toccato a lui parlare in conferenza stampa dopo Empoli-Inter. Queste le sue parole ai giornalisti presenti al Castellani.

CONFERENZA FARRIS – Questa la conferenza stampa di Massimiliano Farris nel post partita di Empoli-Inter.

C’era pressione per essere scesi in campo col Milan dieci punti sopra?

La pressione c’è sempre, perché siamo l’Inter e abbiamo l’obbligo di fare benissimo e vincere sempre. Ma non siamo scesi in campo pensando al -10. Siamo scesi in campo pensando che c’era qualcuno che aveva giocato un po’ meno, e ha risolto la partita: assist di Sanchez per D’Ambrosio che segna. D’Ambrosio fa una dedica a un compagno (Dumfries, ndr) e questo entra nella sfera dell’emotività, fa capire quanto è unito questo gruppo. Sappiamo che abbiamo lasciato qualcosina ma anche qual è il nostro valore.

Come avete scelto Sanchez titolare?

Sanchez non lo devo presentare io, è un campione universale. Ha avuto qualche problema in nazionale e saltato qualche allenamento, ma il giocatore non si discute. Se sta bene entrerà nelle rotazioni, stasera ha dimostrato che può dire la sua. La squadra ha cercato di sostenerlo per il gol, dispiace che lui e Lautaro Martinez non abbiano segnato ma visto quello che Sanchez ha fatto in questi allenamenti non ci aspettavamo nulla di diverso da questo.

Davanti si è creato tanto, per Farris si è segnato meno di quello che si doveva?

Sì, ma noi abbiamo un nostro equilibrio di staff con Simone Inzaghi a capo. Siamo passati da una squadra troppo poco equilibrata a troppo conservatrice. Chiaro che l’obiettivo è non prendere gol, se non riesci a chiuderla non devi subirlo. Dobbiamo ritrovare questa stabilità, ora abbiamo ritrovato l’equilibrio difensivo coi centrocampisti. Devo dire che stasera è stata questione di centimetri: abbiamo avuto due gol annullati per fuorigioco, uno per tocco di mano di Gagliardini e un palo. La partita è stata gestita benissimo anche come energie.

Vi aspettavate l’inizio dell’Empoli? Qual è l’aspetto che ha più messo in difficoltà l’Inter?

Ci aspettavamo questa partenza, l’Empoli non è una squadra facile e ha un buon allenatore. La difficoltà è non saper soffrire, invece abbiamo saputo abbassarci quando dovevamo e sdraiarci davanti al tiro in porta. Anche questo fa crescere il gruppo.

L’Empoli ha un po’ protestato sul contrasto D’Ambrosio-Bajrami. Farris ha qualcosa da dire?

Non ho visto l’episodio. Veniamo da una situazione e non voglio fare polemiche, penso che ridurre la partita a questo episodio sia troppo. L’Empoli si è dimostrato una buona squadra.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button