Interviste

Benzema: «Mbappé? Pensiamo a Inter-Real Madrid! In coppa no favoriti»

Benzema era in conferenza stampa assieme ad Ancelotti (vedi articolo). L’attaccante francese, alla vigilia di Inter-Real Madrid, parla di come i blancos vogliono affrontare la Champions League che inizierà domani.

CONFERENZA BENZEMA – Questa la conferenza stampa di Karim Benzema alla vigilia di Inter-Real Madrid.

Hai iniziato la stagione in maniera strepitosa, qual è il tuo segreto col passare degli anni?

Mi sento molto bene in campo, sto lavorando bene e le cose di conseguenza riescono.

Credi che ora ci sia una dipendenza del Real Madrid da Benzema?

Direi di no. Io voglio sempre aiutare la squadra, con gol e assist, poi l’importante è vincere.

Molti giornalisti pensano che sarebbe giusto vederti vincere il Pallone d’Oro. Resta un tuo sogno?

Lo è per tutti, ma a me interessa aiutare la squadra a vincere titoli. Questo è quello a cui punto ogni giorno, da anni.

Si è parlato durante la sosta del mancato arrivo di Mbappé. Quanto dispiacere c’è per non aver formato la coppia?

Si è parlato tanto di Mbappé, ora pensiamo alla partita di domani.

Cosa cambia giocando con Vinicius Junior e Hazard? Può arrivare agli stessi risultati del tridente Bale-Benzema-Cristiano Ronaldo?

Quel tridente è passato, adesso cerchiamo sempre di fare gol. Questa è la cosa principale nel calcio, poi ci sono altri giocatori ma vogliamo sempre giocare bene e arrivare a vincere le partite.

Vinicius Junior ha iniziato molto bene la stagione. In cosa credi che sia migliorato?

Vinicius Junior è un giocatore giovane, che sta facendo esperienza. Ci ha aiutato tanto in questo inizio di Liga con i gol, ma sta facendo anche tanto altro. Parlo spesso con lui, è un giocatore top.

Da tempo hai un problema alla mano ma hai deciso di non operarti, come sono le condizioni?

Avrò tempo per fare un’altra operazione, ne ho già fatta una. Di questo ne ho parlato coi miei compagni, è la soluzione migliore.

Il Real Madrid non parte coi favori del pronostico, rispetto per esempio a Manchester City e PSG, vi ritenete in secondo piano anche a livello di attenzione?

La Champions League è la competizione con la maggior pressione al mondo. Ogni squadra può vincere le partite, alla fine non ci sono mai favoriti reali quando si scende in campo. Le partite bisogna giocarle, tante volte uno pensa che vinca una squadra e poi alla fine succede il contrario. Siamo una buona rosa, vogliamo vincere la Champions League.

Cosa devono fare gli attaccanti, non solo Benzema, per migliorare il rendimento difensivo del Real Madrid? Ne ha parlato anche Ancelotti di questo.

In campo tutti entriamo per fare gol e non prenderne. Dobbiamo magari lavorare di più, vediamo ogni giorno in allenamento come fare per subirne meno.

Un anno fa, a Monchengladbach, ci fu l’inquadratura negli spogliatoi della discussione su Vinicius Junior. Ora per lui ci sono tanti elogi, dopo le critiche: può sopportare la pressione?

Lui si trova bene in campo, fa gol e ci aiuta. Domani sarà una partita importante per noi e per lui.

Il gruppo dell’anno scorso, molto difficile, è simile a questo. Cosa avete appreso da un anno fa?

La Champions League è speciale, tutti vogliono vincerla. Dobbiamo entrare in campo per vincere, è per questo che siamo qui.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button