Match

3 appunti su Inter-Sampdoria: LuLa 41, Candreva fa 7, Eriksen in verticale

La rubrica “3 appunti” pone l’attenzione su tre aspetti singolari di una partita. La prestazione di un singolo giocatore, una rete, o un dato statistico: tre cose da porre in risalto. In Inter-Sampdoria tornano in gol Lukaku e Lautaro Martinez, che salgono a quota 41. Candreva diventa il re degli assist, e il gioco assume un’altra prospettiva grazie a Eriksen.

1. COPPIA DA 41 GOLInter-Sampdoria segna il ritorno della Serie A per i nerazzurri, e non solo. Tornano a segnare sia Romelu Lukaku sia Lautaro Martinez, salendo a 41 gol complessivi in stagione. Due gol che portano 3 punti all’Inter, e una meritata dose di fiducia nelle fibre dei due attaccanti nerazzurri. Grazie agli assist di Christian Eriksen e Antonio Candreva, entrambi devono appoggiare in rete i più facili dei gol. Numeri che permettono alla “coppia dei sogni” di raggiungere il duo Ibrahimovic-Cruz della stagione 2007/08. Prossimo obiettivo? Ronaldo-Djorkaeff, fermi a 42 marcature totali nel 1997/98.

2. ASSISTMAN – Memore dell’occasione sprecata contro il Napoli, Candreva stavolta non sbaglia e serve a Lautaro Martinez la palla che vale il 2-0 sulla Sampdoria. Un rasoterra che taglia tutta l’area blucerchiata, e chiede al numero 10 di essere solo spinto in porta. Per il numero 87 si tratta del settimo assist in stagione: è il miglior assistman dell’Inter 2019/20. Un passaggio chiave che permette ai nerazzurri di raddoppiare, e all’esterno italiano di coronare una partita più che positiva. Dalla sua parte si costruisce gioco per tutto il primo tempo, grazie a ottime combinazioni che coinvolgono lui, Lukaku, Eriksen e Barella, e che obbligano la retroguardia della Sampdoria a scoprire il fianco.

3. 229 VERTICALIZZAZIONI – Dopo la gara col Napoli, in Inter-Sampdoria Christian Eriksen serve un’altra prova sontuosa. Il danese trova anche la potenziale rete numero tre con l’Inter, ancora dopo soli due minuti: ma la posizione di fuorigioco di Candreva strozza in gola l’urlo di gioia. L’ex Tottenham compensa servendo l’assist decisivo per l’1-o di Lukaku. Osservando attentamente il replay, si può vedere come Eriksen stesse già pensando all’assist prima ancora di ricevere palla dal belga. Una visione di gioco superiore, che emerge anche dalla velocità che il numero 24 imprime a tutta la manovra nerazzurra, specialmente in verticale. Secondo il report di Opta, l’Inter ha prodotto 229 verticalizzazioni in tutta la partita. Ennesimo indizio che si trasforma in prova: l’innesto di Eriksen è completato!

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale

Articoli correlati

Back to top button

Rilevato Ad Block

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, e si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.