Focus

Mancini ignora ancora Sensi, cosa può significare per l’Inter?

Stefano Sensi è aggregato alla nazionale di Roberto Mancini per questo turno di qualificazione ai Mondiali, ma il centrocampista dell’Inter al momento è ignorato dal commissario tecnico che questa sera contro la Svizzera lo manderà in tribuna per la seconda volta consecutiva. Cosa può significare per l’Inter?

SENSI IGNORATO – Come in ogni occasione quando giocano le Nazionali, l’Inter deve osservare numerosi dei suoi giocatori impegnati con le loro rappresentative. Per il tecnico nerazzurro Simone Inzaghi stanno giungendo tante buone notizie sulle condizioni di diversi dei suoi giocatori, protagonisti e spesso in gol con le loro selezioni, ma ci sono anche dei punti interrogativi come Stefano Sensi che questa sera sarà in tribuna per Svizzera-Italia (leggi QUI). Per il centrocampista si tratta della seconda tribuna consecutiva dopo quella contro la Bulgaria, cosa può significare per l’Inter?

CONSIDERAZIONE DEL CT – Due tribune consecutive in nazionale sono una novità per Sensi. Il commissario tecnico Roberto Mancini ha infatti sempre avuto grande considerazione per il centrocampista, convocandolo e dandogli fiducia anche nei periodi più bui degli ultimi anni, quando disponibile. Il giocatore avrebbe dovuto anche far parte della vittoriosa spedizione azzurra di Euro 2020 se non avesse accusato l’ennesimo problema fisico di questo biennio tormentato. Perché quindi queste due tribune consecutive?

SERVE TEMPO – Non bisogna pensare che Mancini abbia perso fiducia nel giocatore, altrimenti non lo convocherebbe. L’ipotesi più credibile è che, come tanti giocatori azzurri in questo periodo di inizio stagione, non sia semplicemente in condizione sufficiente per giocarsi un posto coi titolari. Probabilmente avrà un po’ di spazio nel prossimo impegno contro la Lituania, quindi non bisogna assolutamente aprire un caso, semplicemente Sensi ha bisogno di tempo per migliorare la sua condizione; ma queste esclusioni cosa possono rappresentare per l’Inter?

DUE FACCE – Le esclusioni di Sensi dalle partite della nazionale rappresentano una notizia con due facce per l’Inter e per Simone Inzaghi. Da una parte il fatto che il giocatore venga “risparmiato” limita il rischio di infortuni, problema annoso per il giocatore e che si spera sia definitivamente alle spalle, ma dall’altro non gli permette di mettere minuti nelle gambe e non permette a Simone Inzaghi di valutare i suoi progressi. Il tecnico vuole trasformare Sensi in uno degli “acquisti” rispetto al passato e intende ritagliargli uno spazio importante nella sua Inter. Il poco impiego in nazionale però farà tornare Sensi ad Appiano Gentile pressappoco nelle stesse condizioni in cui è partito. Non necessariamente una cattiva notizia, ma forse Inzaghi sperava di poter ricavare qualche informazione più utile da questa sosta di qualificazione ai Mondiali.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button