Inter prima in Serie A per gol di testa: una risorsa inaspettata? Non proprio

Articolo di
21 Luglio 2020, 09:08
Stefan de Vrij Stefan de Vrij
Condividi questo articolo

Cosa ci dice il primato, nella classifica sui gol di testa, dell’Inter di Antonio Conte? Le caratteristiche della squadra non potevano lasciar presagire un risultato troppo diverso

DOMINANTI – Quello di Stefan de Vrij, contro la Roma, è stato il 18° gol in Serie A segnato di testa da un calciatore dell’Inter. I nerazzurri vantano un confortante primo posto in questa particolare classifica. Dietro la formazione di Antonio Conte c’è l’Atalanta di Gian Piero Gasperini, che ne ha segnati 4 in meno. La Juventus, per dire, non figura neanche tra le prime dieci. È 11esima con 7 gol realizzati di testa, sintomo della volontà di cambiare DNA alla squadra bianconera da parte di Maurizio Sarri. Questo potrebbe aggiungersi alla perdita di un formidabile stoccatore come Mario Mandzukic, che è ancora nella top five dei migliori marcatori bianconeri nelle ultime due stagioni.

DIFENSORI GOLEADOR – Questo particolare risultato può essere spiegato con variabili affini. L’Inter ha battuto 212 calci d’angolo (una decina in meno dell’Atalanta) con estrema precisione e pericolosità, come dimostrato da de Vrij al 15′ di Roma-Inter. L’olandese ha segnato 3 gol di testa in questo campionato: lo stesso numero di Lautaro Martinez e uno in più di Alessandro Bastoni. C’è anche Danilo D’Ambrosio a quota 2, pur avendo un minutaggio inferiore. I difensori nerazzurri popolano questa particolare classifica ma sono ben lontani dalle sue vette: Edin Dzeko e Duvan Zapata dominano incontrastati la classifica dei gol di testa con 6 e 5 gol rispettivamente.

2+2=4 Nonostante stia mancano l’apporto di Diego Godin, che ha siglato il primo gol stagionale solo una settimana fa (contro il Torino), l’Inter si sta facendo valere. I nerazzurri, tra l’altro, sono anche al secondo posto nella classifica di cross riusciti in questo campionato: ben 235. In prima posizione c’è il Lecce, che ne ha effettuati correttamente 242. Il gioco di Antonio Conte prevede lo sfruttamento massiccio degli esterni spingendoli ad andare sul fondo o a chiudere l’azione sul palo opposto. L’Inter può contare su due stoccatori come Antonio Candreva e, da gennaio Ashley Young, che eccellono nella produzione di rifornimenti offensivi. Il tutto è poi condito dall’apporto qualitativo di calciatori estremamente tecnici, pericolosi e precisi come Alexis Sanchez e Christian Eriksen. Le loro attitudini nel calcio da fermo si sommano alla capacità di far male, in area avversaria, dei difensori nerazzurri, abituati a scegliere il tempo giusto per colpire.


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE