FocusPrimo Piano

Darmian, gol pesanti e numeri mai raggiunti in carriera. Un dato curioso

Darmian continua il suo momento d’oro all’Inter, con prestazioni di alto livello e gol sempre pesanti. In nerazzurro la sua media realizzativa sta toccando vette mai raggiunte prima in carriera. Questi i numeri.

BOMBERMatteo Darmian si sta confermando anche in questa stagione come uno degli acquisti più azzeccati degli ultimi anni per il rapporto qualità-prezzo (vedi approfondimento). Grandi prestazioni per l’esterno classe ’89, prima con Antonio Conte ed ora con Simone Inzaghi. Ma non solo. Oltre all’ottimo rendimento, Darmian si sta rivelando prezioso anche in zona gol e questa è una novità assoluta nella sua carriera. Prima di approdare all’Inter, aveva infatti realizzato soltanto 3 gol in Serie A, 2 con la maglia del Torino e 1 nella sua esperienza al Parma, in 151 presenze. In nerazzurro ha invece messo a segno 4 reti in 30 apparizioni in campionato. Da 1 gol ogni 50 presenze a 1 ogni 7.5. Statistica che la dice lunga sulla sua trasformazione tecnico-tattica all’Inter.

DECISIVO – Il suo record di reti stagionale rimane quello del 2014/15 al Torino, con Gian Piero Ventura in panchina. In quella stagione Darmian mise a segno 5 gol, 2 in campionato e ben 3 in Europa League, tra i quali spicca quello pesantissimo nella storica vittoria granata contro l’Athletic Bilbao al San Mamés. L’anno scorso è stato ad un passo dall’eguagliare il record, grazie alle 4 reti in maglia nerazzurra (3 in Serie A più il gol in Champions League contro il Borussia Mönchengladbach). 14 reti totali in carriera, di cui 5 con l’Inter. Più di un terzo dei suoi gol sono quindi arrivati con i colori nerazzurri addosso, tutti concentrati in un campionato e l’inizio del successivo. Dato curioso, che sia il giocatore che i tifosi dell’Inter sperano possa essere ulteriormente migliorato nei prossimi mesi. Il piede è caldo.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button