Conte e il gioco delle tre porte. L’Inter sfida il suo mare di difficoltà

Articolo di
8 Dicembre 2019, 12:11
Antonio Conte
Condividi questo articolo

Dopo aver impattato duramente contro la Roma, l’Inter ha addirittura incrementato il suo vantaggio. La Juventus cade in casa della Lazio e c’è un Barcellona agguerrito all’orizzonte. Conte ha una voglia matta di attraversare il suo mare di difficoltà.

SCEGLIERE LA PORTA – C’è un vecchio telequiz americano degli anni sessanta intitolato ‘Let’s make a deal‘, e condotto da un tale Monty Hall, in cui per vincere il montepremi (un’automobile, ndr) bisognava scegliere fra tre porte. Dietro una di queste si nasconde la fuoriserie. Dietro le altre due si nascondono altrettante capre. Un tentativo soltanto. Nel momento in cui il concorrente fa la sua scelta, il conduttore apre una delle altre due porte e pone la domanda: “Vuoi cambiare la tua scelta?”. È stato studiato che, cambiando opzione dopo l’apertura della prima porta, le probabilità di accedere all’automobile aumentano di un terzo. Antonio Conte difficilmente cambierebbe la sua decisione. Anche perché, dopo aver sbattuto la testa contro la porta dello stipite giallorosso, ha iniziato a guardare il suo bernoccolo in maniera diversa. Il capitombolo romano della Juventus (36 punti) in casa della Lazio (33) ha connotato il punto ottenuto contro la Roma (29) di tutt’altro valore. La classifica cambia, addirittura in meglio e con una partita in meno all’orizzonte.

PAROLA D’ORDINE – L’Inter (38) si è schiantata contro l’arcigna testuggine di Paulo Fonseca cestinando l’incredibile. Conte sta letteralmente raschiando il barile, in termini d’organico, ma non intende fare un passo indietro. La strada è quella della semplicità, fatta di un calcio elementare per principi (aggressività, pressione alta, verticalizzazioni), ma tremendamente efficace all’atto pratico. Da quando Stefano Sensi non gioca più non soltanto ‘non è più domenica‘, ma l’Inter ha iniziato a bypassare il centrocampo in fase di costruzione. Il dialogo diretto esterno-punta del lato opposto è una delle icone tattiche del gioco di Conte. Ma al netto degli affanni di Marcelo Brozovic e di un Borja Valero non più reattivo come un tempo, la prima scelta è diventata quella più lontana. Per certi versi quella più facile, per altri quella più complessa. Nel frattempo, le due romane hanno finito per portarsi a casa uno scalpo (e mezzo) delle battistrada, avanzando sparute pretese di legittimità imperiale in Serie A. In attesa di chiudere il mini-ciclo pre-natalizio con altri sei punti in palio.

CONVINZIONE STRATEGICA – L’Inter guarda al pareggio con la Roma in modo diverso rispetto a ieri mattina. Al netto delle difficoltà, Conte non vuole saperne di mollare una filosofia (e una porta) presa in partenza e difesa a spada tratta. Nel momento in cui il conduttore Monty Hall gli ha aperto la porta, dietro cui si celava la prima sconfitta stagionale della Juventus, Conte non avrà battuto ciglio. La mentalità non può essere stravolta neppure in weekend in cui l’Inter è riuscita a incrementare il suo vantaggio. Difficile dirlo, ancor più crederci in un momento storico della stagione che andrebbe solamente scavalcato a piè pari. E invece il condottiero pugliese ha intenzione di attraversare le sue (e le nostre) ansie, dirigendosi a muso duro verso la porta che aveva scelto già da venerdì, prima della Roma. Sull’uscio campeggia pericolosamente lo stipite blaugrana. C’è un minaccioso Luis Suarez che ieri (contro il Mallorca, ndr) è parso ai limiti del feticismo e promette di crivellarci ancora di proiettili. Ma a Conte non importa. Il motivo per cui oscurerà televisori e tabelloni, con telecamere su Dortmund, è proprio questo: non essere portato a cambiare la sua decisione originaria mentre sfida il Barcellona. Vuole essere convinto di aver trovato la porta dove si nasconde l’automobile. Gli ottavi di finale di Champions League. E dopo aver visto sanguinare gli dei bianconeri, perché non provare a scagliare una lancia anche contro l’uscio dei titani della Catalogna? La soluzione al nostro telequiz verrà data martedì sera, al termine di Inter-Barcellona.


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE