Conte: “Coronavirus, misure per tutelare lavoratori: Governo all’opera”

Articolo di
25 Marzo 2020, 18:52
Giuseppe Conte
Condividi questo articolo

Con un intervento dalla Camera dei Deputati, il Premier italiano Giuseppe Conte ha fatto il punto sulle misure sanitarie e socio-economiche volte ad affrontare l’emergenza Coronavirus e gli impatti che la pandemia potrà avere.

EMERGENZA – Con un intervento dalla Camera dei Deputati, il Premier Giuseppe Conte ha parlato dell’incessante lavoro per superare l’emergenza Coronavirus: «Tutti insieme stiamo lavorando incessantemente per superare questa difficoltà. L’evoluzione dell’epidemia abbiamo dovuto trovare misure per potenziare il nostro sistema sanitario tramite il decreto legge n. 14 del 2020. Tra le norme proposte ricordo l’assunzione degli specializzandi in medicina, l’assunzione a tempo determinato del personale nelle professioni sanitarie e l’aumento del monte ore della specialistica degli ambulatori. È stato avviato l’acquisto di macchine e altri dispositivi per la ventilazione invasiva e non invasiva. Vogliamo riuscire da una parte a ridurre l’onda del contagio e i suoi picchi e dall’altra parte gestire i casi in modo efficace in strutture consone e adeguate».

MISURE SANITARIE – Il Premier Conte si è soffermato soprattutto sulle misure sanitarie: «Le terapie intensive in Italia sono passate in pochi giorni da 5343 a 8370, con un incremento del 63,8%. I posti letto in pneumologia sono passati da 6525 a 26169, oltre quattro volte di più. 59 pazienti in terapia intensiva sono stati trasferiti dalla Lombardia ad altre regioni. Abbiamo riconvertito 78 ospedali in Covid-Hospital, con una procedura di selezione delle 8000 domande pervenute in 72 ore. Nei prossimi giorni saranno inviati nuovi medici negli ospedali in difficoltà e nelle prossime ore trasferiremo 500 infermieri nelle zone coi più alti numeri di malati di Covid-19. Questi nuovi medici e infermieri potranno offrire il loro contributo con particolare riguardo nei comuni di Bergamo, Brescia, Cremona e Piacenza, ma ce ne sono anche tanti altri».

MISURE ECONOMICHE – La parte più corposa dell’intervento del Premier Conte, però, è sulle misure socio-economiche per sostenere il Paese e i suoi lavoratori: «Il Governo è consapevole che questa pandemia richiede una significativa risposta economica da parte delle istituzioni nazionali e internazionali. Per questo, sin da quando è emerso il primo focolaio, il Governo ha lavorato per tutelare lavoratori e imprese. Abbiamo disposto la sospensione dei versamenti delle ritenute d’acconto a carico dei residenti delle prime due aree interessate allo sviluppo di un focolaio. Poi abbiamo adottato ulteriori misure di proroga nelle zone maggiormente interessate dall’epidemie, oltre a misure volte a sostenere il tessuto socio-economico del Paese. La Commissione Europea ha confermato che le misure pubbliche adottate sono da considerarsi escluse dal calcolo del bilancio strutturale, poi successivamente è stata dichiarata anche la sospensione del patto di stabilità e crescita. I contraccolpi economici riguardano da vicino il mondo delle imprese e il Governo ha già predisposto misure significative che permettono di attivare 350 miliardi di euro a beneficio del mondo produttivo. Abbiamo disposto una moratoria sui prestiti fino al 30 settembre 2020, abbiamo potenziato con 1,5 miliardi di euro il fondo centrale di garanzia per le piccole e medie imprese. In queste ore lavoriamo per aumentare il sostegno alla liquidità e al credito. Confidiamo di avere uno strumento complessivo significativo. Interverremo con stanziamenti aggiuntivi. Stiamo lavorando per garantire la liquidità necessaria per superare e affrontare questo momento di ristrettezza. Dobbiamo anche lavorare per semplificare la nostra burocrazia per dare impulso agli investimenti pubblici e privati per poter riprendere a correre. Sarà cruciale superare le rigidità strutturali che fin qui hanno impedito di dispiegare il potenziale di crescita dell’Italia».


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE