Primo Piano

Spalletti: “Inter, differenza di trattamento. Fuori? Rimasto sorpreso”

Luciano Spalletti si è presentato nella sala stampa dello Stadio Giuseppe Meazza di Milano. L’allenatore nerazzurro ha risposto alle domande dei giornalisti presenti nel post partita di Inter-Eintracht Francoforte, ritorno degli ottavi di finale di Europa League.

ELIMINAZIONE BRUTTA – «Più facile senza tutte le assenze? Penso che sarebbe stato difficile ugualmente, se poi la inizi così e vai a crearti quelle complicazioni come ci siamo creati stasera da soli. Anche nel secondo tempo la squadra ha proseguito un po’ nel metterci cuore e anima ma nel perdere anche lucidità, cioè ce la mette tutta e fa vedere di essere impegnata al massimo però ragiona poco. È stato così, a questi livelli qui e in queste competizioni bisogna saper fare più cose, non è che se ne fai bene una poi ne perdi un’altra. Noi, nel tentare di forzare qualcosa, abbiamo perso tantissime volte palla e abbiamo messo criticità nello sviluppo del gioco e nella velocità. L’impegno c’è stato, però poi bisogna fare delle scelte corrette oltre a impegnarsi. Firmare per il quarto posto ma fuori dalle coppe al 15 marzo? Non lo so, il percorso lo si inizia fiduciosi e poi si va a vedere dove siamo stati obbligati a fare delle soste, o a valutare quello che è successo. È il lavoro stesso e la strada che percorri che ti dice come sarà quella successiva, noi è vero che siamo usciti da delle competizioni però quella di stasera non me l’aspettavo, dal punto di vista dell’atteggiamento, le altre possono succedere e capitare per la piccola differenza che si è verificata. Questa sera mi aspettavo che la squadra fosse più matura per affrontarla nella maniera giusta, per cui mi ha sorpreso lo sviluppo: se devi fare un chilometro e dopo cinquanta metri hai un intoppo diventa tutto più difficile. Non so che cosa ci si possa aspettare o che cosa poi si possa credere di andare a prendere a questo punto del campionato, secondo me siamo nella classifica grossomodo che dovevamo essere, perché poi anche nelle altre squadre vedo un po’ di disparità per come si è trattati. Bisognerebbe entrare a fare delle valutazioni, poi potrebbe sembrare che uno vada a difendersi ma io mi prendo tutte le responsabilità e le colpe per quello che ci succede. Nel discorso di quella che è la classifica non c’è niente di strano, ma vedo delle differenze di trattamento ed è sempre stato così».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Place this code where you want the "Below the article_Feed" widget to render:
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

 

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

 

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh