Primo Piano

Serie A, club spaccati sui Diritti TV: DAZN non passa. Inter schierata

Giornata importante per la Lega Serie A. Si è tenuta infatti la votazione per l’assegnazione dei Diritti TV per il triennio 2021/2024 conclusasi però con un nullà di fatto. Ancora non raggiunto il quorum, di quattordici.

SITUAZIONE – DAZN si ferma a 11 voti favorevoli sui 14 necessari e quindi toccherà ancora aspettare per l’assegnazione dei Diritti TV sulla Serie A. 9 i club astenuti. Chiara invece la posizione dell’Inter con il club nerazzurro che ha votato favorevolmente sulla proposta che mette in campo 840 milioni di euro a stagione per 7 partite in esclusiva e 3 in co-esclusiva. Resta quindi in attesa anche Sky che ha presentato però un’offerta inferiore. Gli altri sì a DAZN, oltre a quello nerazzurro, sono arrivati da Atalanta, Cagliari, Fiorentina, Hellas Verona, Juventus, Lazio, Milan, Napoli, Parma e Udinese.

IL TESTO – Questa la nota stampa: “L’Assemblea della Lega Serie A si è svolta oggi in videoconferenza con la partecipazione di tutte le Associate. Per quanto riguarda i diritti televisivi per il territorio italiano per il triennio 2021-2024, in considerazione delle richieste di approfondimenti tecnici e giuridici, non è stato assegnato alcun pacchetto previsto dall’invito ad offrire pubblicato lo scorso 4 gennaio. Le offerte ricevute dagli operatori della comunicazione, dopo ulteriori disamine tecniche e giuridiche, saranno nuovamente sottoposte alla volontà di una prossima Assemblea, durante la quale, come richiesto da un qualificato numero di Società, sarà posta all’ordine del giorno anche l’operazione con il consorzio CVC-Advent-FSI“.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button