Primo Piano

Gravina: “Messi all’Inter? Sarebbe momento di grande crescita”

Gabriele Gravina, presidente della FIGC, ha concesso una lunga intervista ai microfoni di “GR1 Parlamento” in cui ha analizzato tanti temi riguardanti il calcio italiano. Vi riportiamo la seconda parte dell’intervento del presidente federale (QUI la prima parte)

RICOMINCIARE TUTTI INSIEME – Gravina vuole che il calcio riparta tutto, professionisti e dilettanti: «Noi dobbiamo essere molto realisti e attenti, non possiamo commettere errori di valutazione per la prossima stagione. C’è una data del 12 settembre da valutare, richiede riflessioni importanti come l’ipotesi di un calendario che consenta uno svolgimento tranquillo o comunque dia spazio ad altre attività come quella internazionale. Si deve dare spazio a Mancini per la preparazione del campionato Europeo nel 2021. Io sono ottimista, ma un ottimismo che mi porta ad essere supportato da un forte realismo. Dobbiamo fare i conti con l’evoluzione del virus, per questo non possiamo sbagliare, dobbiamo stare attenti. Il mio ottimismo mi porta a nutrire una grande speranza come rivedere gli stadi con gli spettatori. Quello che più mi preoccupa è che si possa partire tutti assieme, non solo i professionisti ma anche i dilettanti, diversamente vivremmo uno dei momenti più tristi e amari per lo sport italiano».

NESSUN MAL DI PANCIA – Gravina ha pranzato recentemente con Lippi, ma nega ci siano tensioni con Roberto Mancini: «Mal di pancia lo ha avuto qualcun’altro, lo facciamo spesso con Marcello, c’è un rapporto di amicizia. Mi dispiace che a volte anche con momenti di grande serenità qualcuno ami creare delle tensioni inutili. Con Roberto non ci sono problemi, c’è un rapporto solido e forte, se qualcuno ama creare tensioni vorrà dire che la prossima volta lo inviteremo».

UN TITOLO PER LA STAGIONE – Gravina non vuole dare un titolo a questa stagione: «Non c’è un titolo, c’è la dimostrazione di una nuova centralità del calcio nel panorama sportivo e politico. Dal Pino mi è sempre stato vicino, abbiamo tracciato un percorso di rispetto del nostro ruolo. Io ho fatto il presidente di una Federazione che difende tanti interessi e la dimensione di uno sport che non è solo economica. Noi abbiamo difeso strenuamente la nostra dimensione sociale. Noi abbiamo cercato di dare una risposta all’esigenza di speranza».

MESSI IN ITALIA? – Gravina parla delle voci che danno Messi vicino all’Inter: «Sarebbe un altro momento di grande crescita, così come sarebbe straordinario e faccio un tifo incredibile per un calciatore come Ciro Immobile se riuscisse a battere Higuain. Il calcio italiano sta crescendo, dobbiamo accompagnarlo nel modo migliore togliendo anche un po’ di ruggine e ragnatele ma soprattutto qualche tensione inutile».

LE ITALIANE IN EUROPA – «Farò un tifo straordinario. Mi piacerebbe tantissimo assistere a una partita dell’Atalanta, per la quale nutro una simpatia incredibile. Non che non lo faccia per le altre italiane, ma mi piacerebbe molto un momento di grande esaltazione per il calcio. Abbiamo tre squadre in Champions, una già qualificata, poi vediamo in Europa League le condizioni per centrare questo obiettivo che manca da tantissimo tempo. Questo è l’anno buono».

I PROSSIMI EUROPEI – Gravina parla dei prossimi Europei: «Ci presentiamo con un anno in più di esperienza anche se forse perdiamo quell’entusiasmo che avevano generato le vittorie importanti che Mancini aveva messo insieme. Vedo anche qui con molto ottimismo un’estate importante nel calcio italiano. Dobbiamo sicuramente non abbandonarci a facili euforie, ma ci sono le condizioni per riprendere quel cammino vittorioso che Mancini ha già tracciato. Ci vuole grande impegno e concretezza che ha contraddistinto la nostra progettualità».

LA RIFORMA DELLO SPORT – Gravina parla della riforma dello sport allo studio del Ministro Spadafora: «L’ho studiata. E’ una riforma importante, ci sono alcune criticità da affrontare meglio come la vendita del titolo sportivo o l’abolizione del vincolo. Ci sono principi validi, ma da applicare con gradualità. Ci sono norme che richiedono tempo. Come ogni cambiamento genera preoccupazione, dobbiamo aprire a una stagione di dialogo perché lo sport deve cambiare. C’è esigenza di riforma che si cerca di fare da tantissimi anni. La legge fondamentale dello sport è del 1981 ed è arrivato il momento di cambiare qualcosa».

LE PROSSIME ELEZIONI FEDERALI – Gravina parla delle elezioni del prossimo presidente della FIGC: «Attualmente da norma statuaria l’ultima data è al marzo 2021, aspettiamo a giorni una decisione del Ministro Spadafora che ha annunciato una norma. Aspettiamo poi prenderemo una decisione definitiva. Io valuterò il tutto poi mi confronterò con tutte le componenti. Accordi con Sibilia? Gli accordi tra due persone credo siano offensivi per chi eserciterà un diritto. La decisione spetta a chi ha il diritto di esprimere il proprio consenso, non a due soggetti che possono fare qualsiasi tipo di accordo perché poi non voto né io né Sibilia».

LO SCUDETTO DI SARRI – Gravina dedica un pensiero a Maurizio Sarri che ieri ha vinto il suo primo scudetto: «Ha raggiunto un risultato importantissimo in un momento in cui è stato messo in discussione. Questo dimostra che nel nostro mondo quando sei convinto di raggiungere un obiettivo e ci lavori tutto è possibile. Io ne so qualcosa e Sarri dimostra come effettivamente oggi è riuscito a centrare un risultato gratificante ed è un successo importante».

I PLAY OFF – Gravina parla della formula adottata dalla Uefa per concludere le coppe tornando su un suo vecchio cavallo da battaglia, quello dei play off: «Vuol dire che è un modo di valorizzare la competizione in maniera significativa. In Serie B è una fase importante che valorizza il campionato, lo è in Lega Pro. La Lega Pro è l’unico dei terzi livelli in Europa che è riuscito a concludere, dimostra che è una formula da tenere in considerazione e io non l’ho accantonata».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

 

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

 

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh