Mondo Inter

Scarpini: “Il capo dell’Inter è a Milano, siete poco tranquilli? Se Icardi…”

Roberto Scarpini – Direttore di “Inter TV” -, ospite negli studi di “Sportitalia Mercato” su Sportitalia, risponde a tutte le provocazioni che arrivano, dai casi di mercato con protagonisti gli attaccanti argentini (Icardi e Dybala su tutti) alla gestione societaria fatta dalla famiglia Zhang

ATTACCANTI E ALLENATORI – Come sempre non può sbilanciarsi sui singoli Roberto Scarpini, che mette un po’ di ordine: «In Europa League c’è chi esce prima e chi esce dopo, capita (ride, ndr). Quella formata da Lautaro Martinez e Mauro Icardi è un’ottima coppia: hanno giocato tantissime volte insieme. Adesso Lautaro Martinez da solo sta facendo vedere grandi cose: è stato un acquisto importante. I tifosi, in quanto tali, appena domani Icardi torna a giocare e segna due gol, tutto viene dimenticato e vorranno tenere Icardi. La coppia formata da Icardi e Paulo Dybala poteva essere nerazzurra qualche anno fa… Luciano Spalletti non è a scadenza, ha un contratto per altri anni, il tempo dirà. Massimiliano Allegri all’Inter? L’Inter ha sempre avuto grandi tecnici nella sua storia, Spalletti lo è e quando finirà il suo contratto arriverà un altro grande allenatore: è la storia dei grandi club. A volte si sbaglia il tecnico per il contesto storico, ma non significa che non è un grande allenatore: ad esempio il mio grande amico Gian Piero Gasperini, che è un grande allenatore, ma in quel periodo non poté dimostrarlo all’Inter. Inoltre, le qualità di un tecnico le vedi dimostrate nel tempo… Piero Ausilio non è un calciatore che lo devi dare via a gennaio se no perdi un, manca un anno e mezzo alla scadenza».

ORGOGLIO SOCIETARIO – A Scarpini tocca difendere l’Inter dagli attacchi gratuiti per la gestione fatta dalla Cina: «Le scelte vengono fatte da proprietà, società, dirigenza, Beppe Marotta e tutti quanti: il presidente Steven Zhang è operativo a Milano. Siamo molto contenti e orgogliosi di come siamo strutturati: noi siamo tranquilli, magari qualcun altro è un po’ meno tranquillo… Jindong Zhang ha un colosso di livello mondiale da gestire, c’è bisogno di lui a Milano? Il grande capo che serve lo abbiamo a Milano e vive a due passi dalla sede. Abbiamo Marotta e Alessandro Antonello che sono due top manager con grande esperienza, Steven Zhang ha la sua funzione e l’Inter è strutturata benissimo. Il calcio è cambiato, non siamo rimasti negli anni ’80! Ci si pone il problema di chi è il grande capo degli altri grandi club? Il grande capo dell’Inter si chiama Steven Zhang. L’Inter è un S.p.A. strutturata in quella maniera: la proprietà è del Gruppo Suning al 70% circa. L’Inter è gestita da un presidente che vive qua, la Roma da uno che vive oltreoceano, non si possono paragonare le due cose. L’Inter funziona benissimo, è una super struttura».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Place this code where you want the "Below the article_Feed" widget to render:
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

 

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

 

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh