Palmeri: “Dybala ha rifiutato l’Inter! Ecco i motivi. Novità su Icardi: il Real…”

Articolo di
20 marzo 2019, 00:38
Tancredi Palmeri

Tancredi Palmeri – giornalista di BeIN Sports e tifoso interista -, nel consueto editoriale del mercoledì per il portale “Tutto Mercato Web” – svela un doppio retroscena di mercato che vede protagonista passiva l’Inter, che riceve il rifiuto di Dybala e aspetta di trattare la cessione di Icardi a prezzo di saldo

DYBALA DICE NO – L’editoriale di Tancredi Palmeri inizia dalla “bomba” di mercato promessa: “[…] Azzeriamo la filosofia e posto alla cronaca: Paulo Dybala ha rifiutato l’Inter! Ma ricostruiamo prima il milieau: la boutade di Beppe Marotta per rispondere a Fabio Paratici non era una boutade, l’Inter pensa veramente a uno scambio con la Juventus, a cui la Juventus dovrebbe aggiungere un conguaglio di qualche decina di milioni, ma soprattutto con la libertà di poter affibbiare a entrambi i giocatori la valutazione che si crede cosicché da operare una plusvalenza sostanziosa che, come si è visto con le varie operazioni di febbraio della Juventus, è assolutamente necessaria a Torino. La Juventus in principio non vorrebbe vendere Dybala, ma in cambio di Mauro Icardi potrebbe accettare […] L’opzione Inter è stata ricevuta dall’entourage e vagliata dal giocatore, e il fantasista argentino non si ritiene interessato all’Inter: valuta come un salto indietro dal punto di vista sportivo, come i risultati espongono ovviamente. […] L’Inter vuole, la Juventus potrebbe, Dybala ha detto no. […] Per Dybala però c’è l’interesse, presente anche se ancora non concreto, dell’Inghilterra, e specialmente del Manchester United, il più continuo. Anche se nell’ombra anche il Manchester City in passato ha chiesto informazioni. […] La notizia comunque del momento è che Dybala ha declinato l’Inter. Vedremo se i nerazzurri insisteranno, e se in quel caso cambierà idea”.

ICARDI IN USCITA – Palmeri aggiorna anche la trattativa legata all’altro attaccante argentino: “La settimana scorsa abbiamo dato la notizia esclusiva dei contatti tra Real Madrid e Icardi (vedi articolo), e della disponibilità ad aumentare l’offerta del Napoli di 9 milioni. C’è un aggiornamento. All’interno del club negli ultimi giorni si è vagliato ulteriormente l’affare Icardi e la valutazione è positiva per due motivi principali: aspetto tecnico, perché c’è la necessità di un bomber; e aspetto finanziario, perché si ritiene che la situazione Icardi può fare abbattere il costo fino a 80 milioni circa, rispetto ai 160 milioni di clausola che invece Icardi avrebbe voluto nel contratto e che non si discosta di molto dalla valutazione che il Real Madrid pensava di ricevere sul bomber argentino. Più che una cessione da parte dell’Inter, si tratterebbe di una svendita… Rimangono però ancora due mesi di storia da concludere tra Icardi e l’Inter. E che l’argentino possa rivedere il campo dipende praticamente solo da venerdì: -48 ore all’Icardi-day. Non è vero che sia già sicuro rivedere Icardi allenarsi. Tutto dipende dalla riunione prima del weekend: finalmente sarà presente anche Steven Zhang, oltre a Icardi e Marotta, e a sorpresa anche Luciano Spalletti. Il presidente condurrà la riunione ed è surreale pensare che né Icardi né Spalletti parlino inglese per interloquire direttamente. Sarà un bel match riuscire a mediare tra l’orgoglio dei due. La fascia di capitano non torna e non tornerà, Spalletti si sente in condizioni di assoluto potere dopo il derby, ma Icardi vuole un passo della società per sentirsi restituito un po’ di onore. Come è davvero difficile prevederlo. Probabile che voglia più che altro delle garanzie morali da Spalletti di fronte al presidente. Però certo, se si rivedrà Icardi in campo dipende solo dall’esito della riunione di venerdì (e sempre che non venga annullata)”.

Fonte: Tutto Mercato Web – Tancredi Palmeri

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE