Poggi (Venezia): «Esposito? Arrivato disturbato. Ma potrà giocare all’Inter»

Articolo di
1 Febbraio 2021, 15:33
Sebastiano Esposito Inter Sebastiano Esposito Inter
Condividi questo articolo

Esposito si è trasferito in questo mese di gennaio dalla SPAL al Venezia. Il responsabile dell’area tecnica arancioneroverde Paolo Poggi, intervistato da Sportitalia, segnala come l’attaccante classe 2002 possa emergere e affermarsi anche all’Inter.

DA PUNTA A PUNTAPaolo Poggi, negli anni Novanta, ha avuto diverse stagioni di alto profilo in Serie A soprattutto con la maglia dell’Udinese. Ora è responsabile dell’area tecnica del Venezia, squadra dove ha iniziato e chiuso la carriera da calciatore. Su Sebastiano Esposito ha buone sensazioni: «Penso che la difficoltà, adesso, sia trovare giocatori che hanno delle qualità, che sono estemporanei nelle scelte. Per cui, quando si trova quel tipo di giocatore, secondo me bisogna approfittarne perché rende tutto meno prevedibile. Il ragazzo ha delle qualità incredibili, non ancora espresse. Non le ha ancora espresse nemmeno nelle prime due partite giocate con noi, ma noi crediamo molto nel potenziale. Indubbiamente, se un giocatore così giovane ha già avuto esperienze anche internazionali con l’Inter, è tutto nelle sue mani. Se Esposito riesce a restare umile e continuare con questa volontà indubbiamente potrà arrivare a giocare con l’Inter dei grandi. È arrivato un po’ disturbato, perché è un ragazzo di diciotto anni che ha appena cambiato squadra, per cui non è facile calarsi subito in una nuova realtà. Però ha trovato una buona sponda con Francesco Forte, che se lo sta coccolando. Ci auguriamo che al più presto emerga come è giusto che sia».



Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE




Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.