Mondo Inter

Moggi: «Inter-Juventus, nerazzurri leggermente favoriti. Autostima ospiti»

Luciano Moggi ha parlato della sfida tra Inter-Juventus di domani sera a San Siro. Secondo l’ex dirigente bianconero, i nerazzurri sono leggermente favoriti

INTER-JUVENTUS − Questa la presentazione di Moggi sul match di domani: «Sicuramente una partita con due squadre reduci dalle fatiche della Champions League, comunque vittoriosa. L’Inter vorrà non perdere di vista l’obiettivo. Napoli e quindi non perdere terreno rispetto al primo posto e cercherà di vincere. La Juventus, in forza a 5 vittorie consecutive direi che sia in pieno all’autostima e tende a non perdere la partita, considerata abbastanza difficile, anche perché questo sottintende il fatto di migliorare la classifica attuale»

CHIAVE TATTICAMoggi si prospetta questo tipo di Inter-Juventus: «Bisogna domandarlo ai due allenatori. É comunque chiaro che la chiave tattica del match è una, è semplice. La Juventus gioca di rimessa, praticamente cercherà palle perse da parte dell’Inter per aggredire lo spazio ed andare in contropiede. Questa sarà la tattica della Juventus ed io volendo estremizzare il discorso credo che in una qualche maniera sia favorita, anche leggermente l’Inter perché la Juve deve pensare a fare risultato, ma con un gioco un po’ particolare che può riuscire, ma anche no. Comunque, a vantaggio della Juventus ci sta che per tradizione i bianconeri hanno fatto sempre partite importanti e buone sia col Milan che con l’Inter».

PUNTI DI FORZA − Così Moggi sulle caratteristiche di Inter e Juventus: «I punti di forza della Juventus è che la squadra è abituata alla pressione di dover vincere ad ogni costo. I punti di forza dell’Inter, invece sono quelli di avere una difesa molto buona, un centrocampo migliore di quello della Juventus ed anche davanti sicuramente hanno dei buoni calciatori».

Fonte: TuttoJuve

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button