Mondo Inter

Cellino: “4 maggio? Follia. Balotelli mi imbarazza. Tonali? Ho un sogno”

Riprendere la Serie A il 4 maggio è una soluzione impraticabile. A dirlo è Massimo Cellino, presidente del Brescia. Ai microfoni di “Radio Sportiva”, Cellino ha parlato dello stallo che sta vivendo il calcio italiano a causa dell’emergenza Coronavirus. Riserva poi un commento alle vicende personali di Balotelli e Tonali.

LEGA ARROGANTE – La data del 4 maggio come possibile ripresa della Serie A non incontra il favore di Massimo Cellino, nonostante il voto unanime della Lega. Ecco le sue parole: «Sembra che io non voglia giocare perché sono ultimo in classifica e non voglio retrocedere, ma il messaggio arrogante uscito dalla Lega non lo condivido. Impensabile andare oltre il 30 di giugno tra contratti in scadenza e bilanci, il campionato è già di fatto annullato, perché falsato. Dovremmo pensare alla prossima stagione a prescindere dalla categoria, stiamo forzando la ripresa in momenti in cui è tecnicamente impossibile giocare: è imbarazzante pensarlo».

FOLLIA – Cellino fa poi chiarezza sul voto unanime dei 20 presidenti della Serie A: «I miei calciatori non sono venuti nemmeno a fare allenamenti singoli. Ciò vuol dire che hanno paura, noi le strutture le abbiamo ma se non se la sentono non si possono biasimare. Siccome ognuno tira la propria carretta, c’è bisogno che il governo intervenga. Il documento della Lega votato all’unanimità: il messaggio uscito è sbagliato, ho votato sì per non mettermi di traverso ma alcuni presidenti non sanno di cosa parlano. Il protocollo medico non è chiaro, la data del 4 maggio è una follia».

BALOTELLI – Cellino parla poi di Mario Balotellistar mediatica del Brescia che continua a far parlare di sé. Il suo commento: «Questo ragazzo mi mette in imbarazzo, sono martellato da gente che si lamenta e mi mette alla berlina. Il fatto di averlo fatto tornare a casa sua l’ha sovresposto. Si nomina Balotelli solo per quello che fa fuori dal campo e non in campo e questo mi imbarazza».

TONALI – Infine, Cellino parla del gioiello Sandro Tonali, ambito da Juventus e Inter e al centro di un prossimo scontro sul mercato. Il presidente del Brescia smentisce trattative già avviate, e racconta il suo personale desiderio sul talento del 2000. Le sue parole: «Ci sono molte società grosse su di lui, non ho ancora approfondito nessuna trattativa perché gli ho promesso che è una scelta che farà prima lui e poi eventualmente valuterò. Il mio sogno è salvarmi e tenerlo almeno un altro anno».

 

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale

Articoli correlati

Back to top button

Rilevato Ad Block

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, e si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.