Interviste

Conte: “Napoli mai semplice. Bastoni futuro dell’Inter. Lukaku? Una pippa!”

Antonio Conte al termine di Napoli-Inter terminata 1-3 a favore dei suoi ragazzi ai microfoni di “Sky Sport” ha elogiato la prestazione della sua squadra, in particolare la prestazione di personalità, ancora una volta, del giovane Alessandro Bastoni. Poi scherza e si complimenta con Romelu Lukaku.

LA CRITICAAntonio Conte ai microfoni di Sky non si trova d’accordo con l’ex allenatore Fabio Capello, che inizialmente parla di difesa e contropiede: «Non sono d’accordo con Capello (Fabio Capello ex allenatore e opinionista in studio, ndr), non penso che l’Inter oggi si sia abbassata per ripartire, ma ho visto una squadra che andava a prendere alto il Napoli. In fase di possesso parliamo di una squadra che sa sempre cosa fare. Non voglio sentire parlare di difesa e contropiede, nemmeno di ripartenze!».

VITTORIA AL SAN PAOLO – Conte ritrova la vittoria al San Paolo dopo oltre 20 anni: «Punti al San Paolo? Vincere a Napoli non è mai semplice per nessuno, vedendo soprattutto cosa ha fatto la squadra negli ultimi anni. Negli anni passati noi eravamo molto dietro rispetto il Napoli quest’anno abbiamo ridotto il gap. Oggi abbiamo affrontato la partita con grande personalità. Bisogna continuare a giocare così con coraggio, aggredire sempre alti e cercare in fase di non possesso di trovare le verticalizzazioni. Quando vai ad aggredire alto la pressione può non riuscirti bene e subisci qualche contropiede di troppo».

ANCORA TITOLARE – Conte elogia la prestazione del giovane Alessandro Bastoni, preferito anche oggi all’esperienza di Diego Godin: «Bastoni per Godin? Faccio delle scelte, anche con il Genoa ha giocato Bastoni. Ha 20 anni, è il nostro futuro ma anche il nostro presente: ha personalità, gioca la palla da dietro, cerca le situazioni che gli chiedo. Deve diventare più cattivo a livello difensivo».

SU LUKAKU – Conte chiude parlando dell’attaccante belga, anche oggi in gol e autore di una doppietta, ironizzando: «Lukaku è una pippa (ride, ndr). Va bene così per noi. Oggi è facile parlare di Lukaku, ma andiamo indietro, è facile salire sul carro adesso. Può sicuramente migliorare così come Lautaro Martinez, ha fatto dei progressi incredibile. Romelu era un diamante da lavorare, stessa cosa il suo compagno di reparto. Lavoriamo su tantissime cose, soprattutto nel gioco di coppia. Sono due giocatori giovani, lo volevo anche al Chelsea. Lo volevo anche alla Juventus! Adesso cel’ho e cerco di migliorarlo».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button