Conte: “A centrocampo ruotano tutti, serve duttilità. Inter, idea precisa”

Articolo di
4 Ottobre 2020, 17:58
Conte Inter TV Conte Inter TV
Condividi questo articolo

Conte si è presentato a Inter TV dopo Lazio-Inter 1-1 di questo pomeriggio. Nell’intervista il tecnico ha avuto da ridire su quello che è successo allo Stadio Olimpico nella terza giornata di Serie A.

IL COMMENTO DEL TECNICOAntonio Conte giudica Lazio-Inter: «Sicuramente l’aspetto più positivo della giornata è il fatto di essere venuti all’Olimpico così. Non dimentichiamo che la Lazio, sia all’andata che avevamo vinto 1-0 sia al ritorno che avevano vinto 2-1, ci ha creato sempre grandi difficoltà. Abbiamo fatto la partita, condotto il gioco per gran parte: potevamo avere l’istinto killer per chiuderla, pronti-via nel secondo tempo se facciamo lo 0-2 diventa difficile per loro. Invece, in una situazione tipica loro, hanno trovato il pareggio che ci ha un pochettino minato qualche certezza per qualche minuto. Penso che, con un pizzico di fortuna in più, avremmo potuto portare a casa la partita: ai punti avremmo meritato».

QUANTA CRESCITA? – Conte parla della mentalità dell’Inter: «Per me c’è soddisfazione nel vedere una squadra che, al di là degli interpreti, pratica un tipo di calcio offensivo sia in fase di possesso sia di non possesso. Su questo abbiamo lavorato per un intero anno, stiamo continuando a farlo quest’anno. A volte sei premiato come a Benevento, a volte meno come oggi con la Lazio. Dopo la sosta per le nazionali giocheremo ogni tre-quattro giorni: i ragazzi dovranno giocare tutti. Dovranno essere tutti protagonisti, sto provando i centrocampisti a farli giocare nei tre ruoli di centrocampo perché c’è bisogno di essere duttili. Bisogna continuare a lavorare, avere entusiasmo e voglia».

INTER OFFENSIVA – Conte valuta le potenzialità in attacco: «Sicuramente gli esterni sono offensivi, perché Ivan Perisic è un’ala, Achraf Hakimi pure. Giochiamo con le punte di ruolo, oggi ho scelto Nicolò Barella come trequartista, che l’aveva già fatto in passato, e l’ha fatto molto bene. Ricordo il discorso della duttilità dei centrocampisti: magari hai bisogno di più equilibrio, con tanti centrocampisti offensivi. I calciatori devono sentirsi coinvolti nel progetto, anche perché giocheranno tutti: ci sarà da cambiarne cinque o sei, perché la Champions League non darà tregua a nessuno. Bene così, sono contento perché chiunque entri sa quello che deve fare. Abbiamo un’idea precisa: difendere andando in avanti. La cosa curiosa è che oggi abbiamo preso gol quando stavamo difendendo tutti nella nostra metà campo».



Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE