Focus

Ibrahimovic a -10 dall’Inter e con un “obiettivo” da fissare con il Milan a -21

Il ritorno di Ibrahimovic a Milano porta con sé più dubbi che sogni. L’ex numero 8 dell’Inter è pronto a vestire nuovamente la maglia del Milan, con cui deve fissare almeno un obiettivo stagionale per considerare vincente questa scelta. L’epilogo della carriera è alle porte, ma qualche statistica può ancora essere ottimizzata. Vediamo quali

IBRA-BIS – La notizia del giorno è senza alcun dubbio il ritorno di Zlatan Ibrahimovic in Italia (vedi articolo). In attesa dell’annuncio ufficiale, il Milan inizia a preparare il campo all’Ibra-bis. Si parte da sei mesi, poi chissà. Analizzando i dati di Ibrahimovic in Italia, è possibile ipotizzare quale possa essere il mini-obiettivo da fissare per ritenere soddisfacente la seconda esperienza rossonera.

GOL ITALIANI – La carriera italiana di Ibrahimovic inizia nel 2004 alla Juventus, con la cui maglia segna 26 gol. Di cui ben 23 in campionato e 3 in Champions League. In due stagioni. Passa poi all’Inter, con cui segna 66 gol. Di questi, 57 in Serie A, 6 in Champions e 3 in Coppa Italia. Stavolta in tre stagioni. Infine c’è il Milan, che vede lo svedese segnare 56 gol. Nel dettaglio, 42 in campionato, 9 in Champions, 4 in Coppa Italia e 1 in Supercoppa Italiana. Tutto in due stagioni.

CUORE ZLATAN – Ibrahimovic ha detto di amare la Juventus. Poi l’Inter. E infine il Milan. Tutto falso, ovviamente. Ma il suo “amore” per i colori rossoneri è stato ribadito a più riprese ed è giusto dargli fiducia. Conoscendo Ibrahimovic, difficile torni a Milano senza fissare un obiettivo personale. Non può essere lo scudetto né la Champions, forse la qualificazione in Europa League… Piuttosto un bottino di gol utile sia per il rinnovo del contratto sia per (ri)scrivere la propria storia in rossonero.

OBIETTIVO 2.0 – Considerando che i gol segnati complessivamente con l’Inter sono 66 e quelli con il Milan 56… Beh, chiaro no? Facile ipotizzare che “quota 10” possa diventare l’obiettivo minimo dell’attaccante svedese nel 2020: andare in doppia cifra entro fine stagione e “pareggiare” le statistiche dell’Ibrahimovic interista. Sicuramente molto più fattibile che partire da -15 (42 vs. 57) per i soli gol in Serie A. Già partire da -21 in classifica comporterà grande impegno per il Milan, che da gennaio cerca l’impresa. Con un Ibrahimovic 38enne in più a caccia di gol, rinnovo e se stesso.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button