Esclusiva Inter-News.itPrimo Piano

ESCLUSIVA IN – Festa: «Fortuna far esordire Barella, campione! Vi dico il ruolo di Nandez»

Gianluca Festa è stato ospite di “SummerTime”, appuntamento settimanale di Inter-News.it Web TV (vedi video). L’ex difensore dell’Inter ha parlato della squadra attuale, allenata da Simone Inzaghi. Ma anche di Nicolò Barella – che ha fatto esordire in Serie A -, di Radja Nainggolan e di Nandez (leggi la prima parte dell’intervista).

L’INTERGianluca Festa, ex difensore nerazzurro, parla dell’Inter attuale dopo l’addio di Antonio Conte e la vittoria del diciannovesimo scudetto: «Nonostante i cambiamento la vedo abbastanza bene. Simone Inzaghi ha dimostrato di essere un allenatore molto valido. Gioca con lo stesso modulo dell’anno scorso e c’è anche una mentalità vincente, adesso ci sarà da fare un salto di qualità in Europa. Ci si aspetta qualcosa in più».

SU BARELLA – Festa si sofferma a parlare in particolare di Nicola Barella, che ha fatto esordire lui stesso in Serie A, prima di ritrovarlo al Como la stagione successiva: «Ho avuto la fortuna di far esordire Barella in Serie A le ultime sette partite quando sostituì Zeman. Era un giocatore di grande personalità e si intravedeva qualcosa di diverso rispetto gli altri giocatori del settore giovanile. Al Como è capitato quasi per caso, perché ci incontrammo all’aeroporto con il Cagliari mentre io rientravo con Mattioli, parlando con Barella gli chiesi ironicamente di venire a giocare al Como da titolare, poi ragionando bene con il club siamo riusciti davvero a prenderlo in prestito. L’ultima stagione disputata è stata straordinaria per Barella, non abbiamo visto il meglio di lui in questo Europeo perché era piuttosto stanco però ha fatto un grandissimo gol. Conte gli ha dato tanto soprattutto dal punto di vista del carattere, però all’inizio forse protestava tanto e prendeva diversi gialli. Adesso è molto più preciso e sa sempre quello che deve fare, è migliorato tantissimo nei tiri in porta. Inzaghi è intelligente e saprà già come utilizzarlo».

NAINGGOLAN E DALBERT – Il tecnico parla della carriera di Radja Nainggolan, del suo ritorno a Cagliari, ma anche di Dalbert: «Nainggolan, carriera compromessa dopo il suo arrivo all’Inter? Non so cosa è successo a Milano, non so cosa è successo con Conte e perché non giocava. Però poi è andato al Cagliari contribuendo alla salvezza. Lui si trova bene lì. Dalbert può riscattarsi al Cagliari perché è un buon giocatore, la città vuole molto bene alla squadra quindi è un posto dove si vive bene, si mangia bene e la gente è cordiale. Poi dipenderà da come andrà la squadra».

ASSE MILANO-CAGLIARI – Festa conclude parlando delle trattative tra Inter e Cagliari, ultima su tutti potrebbe essere quella per Nandez: «Sono state fatte diverse operazioni che sono andate a buon fine. L’Inter ha preso Barella che poi si è dimostrato un campione. Poi il il trasferimento di Nainggolan, ora si parla anche di Nandez. Il Cagliari ha sempre avuto buoni rapporti con l’Inter, se non sbaglio anche il papà di Moratti aiutò il club tanti anni fa. Nandez può giocare sia da centrocampista che da esterno, secondo me lui dà il meglio da mezzala. Probabilmente non è il massimo, l’ha fatto anche a Cagliari. Lui resta un ottimo giocatore».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button