Icardi, Inter e Paris Saint-Germain: un affare per tre. Teatrini finiti?

Articolo di
3 Settembre 2019, 16:45
Condividi questo articolo

Icardi è un nuovo giocatore del Paris Saint-Germain. L’attaccante argentino, dopo aver perso fascia di capitano e numero 9, lascia quindi l’Inter in prestito con diritto di riscatto fissato per 70 milioni di euro (QUI il comunicato ufficiale dei nerazzurri). Ma chi ci ha guadagnato in questa operazione? Analizziamo il “risultato” delle tre parti coinvolte

ICARDI – Iniziamo dal protagonista di questa “telenovela” di mercato e non solo: Mauro Icardi. L’attaccante argentino ha chiuso nel peggiore dei modi la sua avventura con la maglia dell’Inter. Aveva la fascia di capitano e il ruolo di attore principale in un club in ascesa, ma i suoi silenzi e le parole della moglie agente Wanda Nara hanno portato prima al declassamento al ruolo di “soldato semplice”, poi al rifiuto di indossare la maglia nerazzurra e infine alla lunga estate fatta di no e attesa. Icardi però alla fine si ritrova al Paris Saint-Germain, un club che vincerà molto probabilmente la Ligue 1 e che ha ambizioni di gloria in Champions League. Certo, la concorrenza non manca ma ad oggi Edinson Cavani e Kylian Mbappé sono infortunati e l’argentino potrà cercare di mettersi in mostra agli occhi del tecnicno Thomas Tuchel. Da non sottovalutare però una forma che non sarà al top visti gli 0 minuti di questo precampionato. Per Icardi e agenti un contratto superiore a quello percepito fino a ieri all’Inter, ma comunque in linea con quanto proposto dai nerazzurri in fase di rinnovo prima che scoppiasse il putiferio.

PARIS SAINT-GERMAIN – Il PSG di Leonardo si è ritrovato, a pochi giorni dalla chiusura, con la necessità di prendere un attaccante per “sostituire” i due infortunati Cavani e Mbappé. Respinte al mittente le offerte di Real Madrid e Barcellona per Neymar i parigini sono riusciti a portare a casa, pagando solo l’ingaggio per questa stagione, quello che è sicuramente un attaccante da numeri importanti. Certo, Icardi porta anche tutto quello che è successo negli ultimi mesi e negli anni precedenti, ma è un rischio che potrebbe portare buoni frutti, specie se le cose dovessero andare bene. 70 milioni per Icardi al top sono una cifra ottima visti i prezzi delle ultime sessioni di calciomercato.

INTER – Arriviamo all’Inter, ovvero la protagonista che ci interessa maggiormente. I nerazzurri hanno rischiato di perdere anche l’obiettivo minimo stagionale lo scorso anno (qualificazione Champions League, ndr) soprattutto per quanto successo con Icardi e i suoi comportamenti poco professionali. Il giocatore è stato dichiarato fin da subito fuori dal progetto. Per alcuni era destinato alla Juventus, per altri alla permanenza in nerazzurro e poi a un reintegro specie quando Romelu Lukaku sembrava a un passo dai bianconeri. «L’argentino ha messo l’Inter e Marotta con le spalle al muro». Questo si leggeva i primi di agosto. Ecco, non è stato proprio così. L’arrivo del belga ha cambiato totalmente le carte in tavola “costringendo” Icardi a guardarsi intorno, soprattutto quando settimana scorsa è arrivato l’ennesimo no al reintegro in rosa dopo l’incontro di Appiano Gentile. L’Inter, vista la situazione di partenza a giugno, si è liberata di quello che era ed è (ancora) un peso strappando anche un diritto di riscatto a 70 milioni. Non male, soprattutto per chi parlava di 40 milioni di euro.

CONCLUSIONI – Ora la parola passa finalmente al campo. L’accordo, come ampiamente scritto, soddisfa tutte le parti coinvolte. Sarà però questa stagione a definire chi tra Icardi, Paris Saint-Germain e Inter ha fatto realmente la scelta giusta. Il tempo dei teatrini e delle strategie è finito (si spera): si scende in campo!

 




© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE




Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.