Nainggolan, settimana della verità: in Cina poche Bale, Inter decide il futuro

Articolo di
21 luglio 2019, 20:04
Nainggolan

Nainggolan è ufficialmente fuori dal progetto Inter, ma per ora solo a parole: per concretizzare il suo addio è necessario far quadrare più di un conto e i prossimi giorni a Nanchino possono servire per battere la pista Cina, Bale permettendo

NAINGGOLAN IN CINA – La settimana che sta per iniziare sarà quella decisiva per definire tutte le strategie di mercato dell’Inter che, nel vertice previsto a Nanchino alla presenza del proprietario Zhang Jindong, cercherà di soddisfare le richieste di Antonio Conte, a partire dai nomi in uscita. Il primo sulla lista per questioni oggettive è Radja Nainggolan, presente in tournée (a differenza di Mauro Icardi) ma senza poter essere schierato (a differenza di Ivan Perisic), praticamente un peso nel lavoro quotidiano di Conte, nonché una tassa che blocca il mercato in entrata in mezzo al campo (il sogno di Beppe Marotta e Conte in quel ruolo è noto – vedi articolo). La presenza di Nainggolan in Cina può velocizzare la sua partenza: se accetta la destinazione, l’Inter può definire l’operazione in pochi giorni, dato che il mercato cinese chiuderà il 31 luglio. Oltre quella data, spazio solo al mercato europeo. Questa è la settimana di Nainggolan, nel bene o nel male.

COI SOLDI DI BALE – In queste ore rumor di mercato vorrebbero la famiglia Zhang pronta a offrire un mega ingaggio da circa 15 milioni annui a Gareth Bale (vedi articolo), in urgente uscita dal Real Madrid, per rinforzare il Jiangsu Suning. La notizia, per ora, non trova conferme per più motivi: Bale pretende un ingaggio superiore (almeno 16 annui) e possibilmente da un top club europeo (i soliti Manchester United e Paris Saint-Germain sono in corsa), inoltre in Cina c’è chi è disposto a offrirgli anche più del doppio di Suning, il che lo renderebbe inaccessibile al Jiangsu. Proprio quella cifra (30-35 milioni), invece, è quella che l’Inter sarebbe intenzionata a incassare subito dalla cessione di Nainggolan, che potrebbe unirsi al Jiangsu così come a un club rivale, pur di permettere la plusvalenza minima all’Inter e ottenere un ingaggio più ricco di quello italiano (4.5 milioni netti annui). Difficile, ma non impossibile. In questa settimana si deve decidere (anche) il futuro di Nainggolan: poche Bal(l)e in Cina, priorità all’Inter.

Condividi questo articolo

Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer





ALTRE NOTIZIE