NazionaliPrimo Piano

Inter, l’ATS preannuncia il via libera per sette nazionali: due condizioni

L’Inter potrebbe essere costretta a rilasciare fino a sette nazionali. Come preannunciato stamattina (vedi articolo) l’ATS dà il via libera alle convocazioni, a patto che non si possa giocare. A dare la notizia è Sky Sport, che segnala le condizioni.

DECISIONE DISCUTIBILE – L’ATS di Milano ha dato l’OK per permettere ai giocatori dell’Inter di rispondere alle convocazioni delle nazionali. Lo annuncia Sky Sport, segnalando come ci siano due condizioni: una che non emergano nuove positività nei test odierni, l’altra che non giochino. Da ricordare che l’esito dei tamponi vale anche per capire se domani potranno riprendere gli allenamenti ad Appiano Gentile. Le norme internazionali permettono agli stranieri di proseguire l’isolamento fiduciario nel proprio Paese, mantenendo il regime di sicurezza che c’è a Milano. Questo significa trasferimenti con mezzi privati, allenamento nel centro sportivo e ritorno alla propria residenza. Vale a dire che potrebbero allenarsi con la nazionale ma non giocare le partite, fino al 31 marzo. Su quest’ultimo punto, segnala Sky Sport, le federazioni puntano a far valere il protocollo UEFA per forzare la limitazione e poterli schierare. Per l’Inter, ovviamente, non sarebbe un vantaggio né tantomeno una “fortuna”.

CHI NE BENEFICIA? – Le disposizioni dell’ATS valgono solo per gli stranieri. Nulla da fare quindi per Roberto Mancini, che aveva incluso Nicolò Barella, Alessandro Bastoni e Stefano Sensi nei convocati dell’Italia. Il commissario tecnico della Nazionale, salvo stravolgimenti, sarà costretto a rimuoverli. Marcelo Brozovic e Ivan Perisic potrebbero rispondere a quella della Croazia, Christian Eriksen a quella della Danimarca, Romelu Lukaku a quella del Belgio e Milan Skriniar a quella della Slovacchia. Il numero può salire a sette, con Achraf Hakimi nel Marocco e Ionut Andrei Radu nella Romania. Si attendono novità in tal senso, ma l’Inter potrebbe essere costretta a lasciarli andare nonostante non giochino: un controsenso.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button