Mondo Inter

Stankovic: «Al Volendam mi sento a casa! In Italia poco spazio ai giovani»

Stankovic ha parlato della sua esperienza al Volendam in prestito dall’Inter. Il giovane portiere ha rilasciato queste dichiarazioni ai canali ufficiali del club olandese. 

TITOLARE – Filip Stankovic racconta il suo avvio di stagione con il Volendam: «Sono partito titolare nella prima partita, ho giocato bene. Dopo il primo match in casa, c’è stata la peggior partita che ho fatto nella mia carriera, perché ho preso il cartellino rosso e mi sono infortunato. Sono stato fuori per quasi un mese. Poi sono tornato ed ero felice di essere di nuovo in campo con molta energia, penso di aver giocato bene. Ho fatto le mie parate e nella partita in casa ho vinto il premio come Man of the Match, sono molto soddisfatto. Ho avuto un altro piccolo problema alla gamba subito dopo, ho saltato altre due partite, ma ora sono in forma e sono a disposizione per giocare».

CRESCITA – Stankovic ha parlato degli infortuni che l’hanno tenuto lontano dal terreno di gioco e ha indicato i fondamentali in cui vuole migliorare: «Il problema al ginocchio è passato per ora, al momento mi sento bene. Poi ho un problema alla gamba, quando calcio la palla, ma per adesso va bene ed è passato, quindi posso giocare. Ultimo match? Sono felice per la mia prestazione e per quella della squadra, abbiamo fatto un grande lavoro per mantenere la porta imbattuta. È stata una partita difficile, era molto importante vincere e ottenere tre punti in trasferta (vedi articolo). Obiettivi? Voglio migliorare nella comunicazione, imparare più parole in olandese per aiutare i giocatori in campo. Voglio migliorare anche la mia costruzione dal basso e sulle palle alte».

FILOSOFIA – Stankovic ha sottolineato le differenze tra il calcio in Olanda e quello in Italia: «In Olanda giocano più a calcio, in Italia giocano più per vincere. In Olanda giocano per imparare il calcio, per insegnartelo. È una cosa positiva, danno anche l’opportunità ai ragazzi giovani di giocare. Questo è importante. In Italia non danno spazio ai giovani. Volendam? Vivo ad Amsterdam, ma vengo sempre qui. È una bella città, mi piace, così come la gente. Anche lo spogliatoio, tutti sono gentili e fanno sentire me e Gaetano Oristanio a casa, fin dal primo giorno. Sono molto felice».

Fonte: fcvolendam.nl

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button