Mondo Inter

Pistocchi: «Inter come un condominio, Inzaghi rifinisce! Manca una cosa»

L’Inter di Inzaghi si trova attualmente al primo posto in classifica in campionato e agli ottavi di Champions League nonché con una Supercoppa in più. Maurizio Pistocchi – intervenuto nel corso di Maracanà, trasmissione in onda su TMW Radio -, prova a rispondere alla domanda su quanto ci sia ancora di Conte in questa squadra. Di seguito le sue dichiarazioni 

RIFINITURE – L’Inter di Simone Inzaghi sta beneficiando del lavoro di Antonio Conte. Maurizio Pistocchi spiega in cosa è stato bravo l’attuale tecnico nerazzurro: «L’Inter è un condominio che è stato ricostruito dalle fondamenta da Conte e nel quale Inzaghi ha messo l’ultima parte di costruzione. Il grande lavoro lo ha fatto Antonio, portando una squadra arrivata a 21 punti dalla Juventus a -1 il primo anno e con lo scudetto l’anno successivo. Inzaghi è stato bravo, così come la società, a inserire all’interno di un sistema di gioco consolidato sia Dzeko che è un giocatore tecnicamente tra i più bravi del campionato, peccato non sia un uomo gol e sbagli troppe occasioni in area e un po’ alla volta anche Dumfries. Calhanoglu è stata la ciliegina sulla torta di una squadra che doveva sostituire Eriksen in un ruolo chiave. L’opportunità che l’Inter ha colto con il centrocampista turco è stata importante, Calhanoglu ha già fatto sei gol e tanti assist. Direi che in una casa che era stata ben costruita, Inzaghi sta facendo le rifiniture».

PARAGONI – Pistocchi non se la sente di definire Inzaghi il nuovo Massimiliano Allegri: «Giorni fa sentivo Skriniar dire che in molte cose Inzaghi è ancora giocatore e quindi anche nel dialogo con i giocatori è meno leader oltranzista come Conte. Quindi, probabilmente con il dialogo, è riuscito ad arrivare a gestire un certo tipo di personalità. Nello stesso tempo sentivo Barzagli dire che ci sono pochi allenatori che insegnano calcio e tra questi ha citato Conte, non ha citato Inzaghi. Quest’ultimo è certamente un buon allenatore, sta facendo un lavoro molto buono. Quello che manca all’Inter in certi momenti della partita è l’istinto killer che aveva con Conte ma questo dipende dai calciatori e non dal gioco. Il paragone con Allegri non so se sia corretto, aspetterei un po’ di vedere come evolve la stagione».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Cambia le impostazioni della privacy
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh