Mondo Inter

Ferri: “Rotti gli equilibri interni, ecco tutti i casi! L’Inter con De Paul…”

Riccardo Ferri – ex difensore dell’Inter -, ospite negli studi di “Speciale – Sport Mediaset” su Italia 1, si dilunga nell’analizzare la situazione dopo la sconfitta di Torino, indicando i vari problemi di spogliatoio che vanno al di là di Spalletti

CAOS INTER – L’analisi di Riccardo Ferri sulle vicende nerazzurre parte dall’ultimo 1-0: «Dare una descrizione dell’Inter sintetizzandola con la prestazione di Torino è limitativa. Le responsabilità ricadono sempre sull’allenatore: Luciano Spalletti le ha, ma non ha messo una squadra lenta appositamente in campo. La partita è stata sbagliata in mentalità, aggressività e determinazione: c’erano troppi giocatori fuori dal gioco, è stato bravo il Torino ad approfittarne. Le motivazioni sono tante, non solo tecnico-tattiche: è scattato qualcosa di negativo all’interno dello spogliatoio, la società starà attenta a questo e interverrà, perché è una situazione molto sensibile. Il rinnovo di Mauro Icardi, Ivan Perisic che vuole andare via, Radja Nainggolan che ha avuto esternazioni, la compagna di Antonio Candreva, il padre di Lautaro Martinez… Nello spogliatoio ci sono equilibri sottili e precari, basta un niente per metterli fuori fase. Spalletti ha qualche responsabilità, ma va difeso. L’ombra di Antonio Conte, dai… L’importante è venirne fuori, la società interverrà ulteriormente per risolvere il momento. Parte tutto dallo spogliatoio, alla fine chi va in campo deve farlo con la giusta mentalità e voglia. L’Inter ora è un po’ a corto di gol, Icardi è abituato a nutrirsene. Icardi non è sempre solo davanti, se l’Inter gioca alta e aggressiva può far bene come contro la Juventus. Non si diventa leader, la squadra decide se lo sei o meno: Icardi ha una fortissima personalità, ma non si appiccica la leadership solo perché è capitano. L’operazione Nainggolan andava fatta, è facile parlare dopo sei mesi su Nicolò Zaniolo… Con l’arrivo di Rodrigo de Paul si può pensare anche al 3-4-1-2: lo ammiro tanto e da tempo, può essere il giocatore che può dare quel tocco di tecnica in più rispetto a quella che ha adesso l’Inter».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button