Mondo Inter

Criscitiello: «Inter, è lo scudetto di Conte e Pirlo! Meritato, ma difficile migliorare»

Criscitiello – Direttore di ‘Sportitalia’ e ‘Tutto Mercato Web’-, nel consueto editoriale del lunedì per il portale stesso, analizza i meriti dell’Inter di Conte e i demeriti della Juventus di Pirlo nella vittoria dello scudetto nerazzurro

CAMBIO DI GERARCHIE – L’editoriale di Michele Criscitiello non può non iniziare con la notizia più importante del weekend: “Finalmente è finito il dominio della Juventus. Non ce ne vogliano i tifosi bianconeri ma il sistema calcio italiano aveva bisogno di una ventata di freschezza. Nove anni di tricolori a Torino avevano stufato. Speravamo, con Cristiano Ronaldo, di vedere una coppa in più e uno scudetto in meno. Invece la coppa che conta (Champions League, ndr) non è arrivata ma lo stop al tricolore sì. Merito di Andrea Pirlo. Solo una scelta folle in panchina poteva spalancare le porte all’Inter che non vinceva da undici anni. Un anno di Milan e nove di Juventus. Per l’Inter è l’ora del riscatto ma la famosa domanda «è più merito dell’Inter o demerito della Juventus?» resta sempre di stretta attualità. Vincere non è mai semplice. Complimenti ad Antonio Conte ma anche a Beppe Marotta. Insieme hanno saputo tenere unito il gruppo. Non era facile quando i calciatori non prendono gli stipendi e devono rinunciare ai premi. Va bene che sono miliardari ma togliere un euro a un calciatore è più complicato che togliere un ciuccio a un bambino”.

GAP RIDUCIBILE – Criscitiello spiega i meriti nerazzurri e i demeriti bianconeri: “L’Inter ha vinto con l’unione del gruppo. Era la più forte, insieme alla Juventus, ma ha vinto perché è stata più squadra e perché aveva un allenatore e un dirigente che sanno come si vince. In Italia. Il Milan si sapeva che sarebbe stato un fuoco di paglia per il primo posto. E così è stato. Pensavamo a un testa a testa tra Inter e Juventus, ma la testa la Juventus l’ha persa. Nulla contro Pirlo ma, siccome abbiamo parlato a settembre, oggi ricordiamo quanto detto. Andrea Agnelli ha sbagliato tutto. Dall’addio di Marotta in poi, purtroppo, la Juventus si è persa. Troppi errori sul mercato, l’investimento Cristiano Ronaldo, il caso Luis Suarez fino ad arrivare alla scelta di Pirlo. Vanno bene le scommesse, non vanno bene gli azzardi alla cieca. Paghi e hai pagato. Vince l’Inter, con merito. Grande merito. Conte in due anni ha fatto quello che doveva. Il 31 maggio i cinesi pagheranno gli stipendi che mancano. I premi cancellati. Il prossimo mercato sarà oculato, come lo scorso gennaio. Se non si vende non si compra. Difficile migliorare questa squadra senza soldi. Serve il salto in Europa ma attenzione perché il gap la Juventus lo potrebbe ridurre facilmente. Basta fare, a Torino, le cose semplici […]”.

Fonte: Tutto Mercato Web – Michele Criscitiello

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Place this code where you want the "Below the article_Feed" widget to render:
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

 

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

 

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh