Madonna: “Inter Primavera, cambio tattico per il Barcellona. Obiettivi…”

Articolo di
10 Dicembre 2019, 18:33
Armando Madonna Inter-Barcellona
Condividi questo articolo

Madonna ha parlato ai giornalisti presenti a Inter-Barcellona di UEFA Youth League, fra cui l’inviato di Inter-News.it. Il tecnico della Primavera ha commentato il successo per 2-0, valso la qualificazione agli ottavi di finale senza passare dai play-off.

AVANTI!Armando Madonna commenta Inter-Barcellona di questo pomeriggio (vedi articolo): «Una partita sofferta, però i ragazzi sono partiti un po’ col freno a mano. Siamo partiti un po’ timorosi, loro sono bravi nel palleggio. Volevamo chiuderci ma non così tanto, invece ci hanno costretti soprattutto nel primo tempo, dove siamo riusciti a palleggiare veramente poco. Anche se abbiamo avuto qualche ripartenza buona però sotto quest’aspetto bisogna crescere un po’, perché qualche palleggio in più lo potevamo fare per farli correre di più. Dopo il secondo tempo è andato meglio, anche loro sono calati nell’aggressività e siamo riusciti a far correre di più la palla. A questi ragazzi serve tutto: questa era la prima partita che giocavamo dentro o fuori. Era importante, la sentivamo un pochino però dobbiamo abituarci a fare questo tipo di partite».

MODIFICHE – Madonna, a domanda dell’inviato di Inter-News.it, fa notare una modifica rispetto alle precedenti partite della Primavera dell’Inter: «A livello tattico abbiamo cambiato, quando siamo andati là a giocare alzavamo i quinti sui terzini e ce la siamo giocata più a viso aperto. In questo momento, dove abbiamo passato un po’ di difficoltà, adesso è la sesta partita che facciamo ogni tre giorni e ne abbiamo altre tre. Questo mi ha condizionato a fare una scelta: i quinti restavano sugli esterni e uscivano le mezzali. Per forza ci abbassavamo, poi in fase di possesso potevamo fare meglio. Questo è dovuto alla pressione, potevamo andare sulle punte invece cercavamo subito la ripartenza e spesso sbagliavamo».

QUELLO CHE VOLEVAMO – Madonna chiude con la soddisfazione perché l’Inter ha superato il turno di UEFA Youth League: «Sicuramente era il primo obiettivo stagionale. Ci siamo riusciti da primi, complicandoci la vita nelle altre due partite, però era il primo obiettivo. Raggiunto, ora bisogna continuare. Ci interessava moltissimo arrivare primi e non secondi, perché saltiamo un turno e andiamo agli ottavi: abbiamo altre partite da recuperare, sarebbe stato complicato. Adesso è importante la partita di mercoledì: voglio passare in Coppa Italia, è una competizione che dura poco ed è importante, è un’altra partita dentro o fuori. In campionato abbiamo fatto tre vittorie, dobbiamo dare continuità. C’è la settima di fila, con altre tre partite importanti che arrivano dopo queste fatiche. Miglior risultato in carriera? Da allenatore ho fatto grandi salvezze, ho perso una finale play-off per andare in Serie A. Coi giovani è sicuramente l’obiettivo più alto che ho raggiunto».


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE