Focus

Top e Flop Napoli-Inter: speranza Eriksen! Lautaro Martinez e Lukaku fermi

Napoli-Inter ha segnato il ritorno in campo dei nerazzurri di Conte dopo lo stop forzato causa Coronavirus. La sfida del San Paolo, valida per il ritorno delle semifinali di Coppa Italia, ha deciso che sarà la squadra di Gattuso a sfidare la Juventus nella finale in programma il 17 giugno. Handanovic e compagni hanno provato a riaprire il match dopo pochi minuti, ma una grande ingenuità e un super Ospina vanificano tutto. Vediamo di seguito i “Top e Flop” della partita nell’apposita rubrica

I TOP DELL’INTER 

CONDIZIONENapoli-Inter si è giocata in un San Paolo deserto, dopo tre mesi di inattività e di allenamenti per lo più casalinghi. Di certo non ci si poteva aspettare uno spettacolo tecnico e atletico. E infatti non è stato così. Tuttavia i nerazzurri di Antonio Conte partono forte, con un buon ritmo e una condizione atletica apparentemente migliore di quella del Napoli (vedi analisi tattica). Christian Eriksen sblocca il match direttamente da calcio d’angolo dopo appena 2′, ma l’effetto sprint dura poco. Il danese è tra i Top della sfida insieme ad Antonio Candreva.

ERIKSEN – Finalmente Conte decide di affidarsi all’ex Tottenham che ricambia subito la fiducia andando a segno dopo appena due minuti di gioco, direttamente da calcio d’angolo. Conte per inserire il danese ha modificato l’usuale assetto tattico dell’Inter e a fine partita, ai microfoni di “Rai Sport”, rivendica la sua mossa e soprattutto sottolinea di essere molto soddisfatto della prova Eriksen (vedi articolo). Nonostante qualche errore di troppo, in particolare nel secondo tempo, e una condizione atletica non delle migliori (com’era prevedibile), Eriksen ha collezionato 5 tiri in porta e 2 occasioni da gol. Tra le fila nerazzurre è stato il più pericoloso e solo un super David Ospina gli nega la gioia del gol qualificazione. Cala insieme al resto della squadra dopo il gol beffa di Dries Mertens, ma la sua prova può essere sicuramente valutata positivamente.

CANDREVA – L’esterno, a livello di condizione atletica, si dimostra subito più in palla degli altri, avversari compresi. Macina chilometri su e giù sulla fascia destra, mette in difficoltà Elseid Hysaj ed è sempre propositivo. Nel primo tempo, in termini di continuità e iniziativa, è certamente il migliore. Com’è giusto sottolineare gli aspetti positivi, è anche corretto mettere in evidenza quelli negativi. La prestazione di Candreva è macchiata dal mancato 0-2, un’occasione sprecata dalla quale poi inspiegabilmente nasce il gol beffa dell’1-1. Protagonista a due facce, un po’ come tutta l’Inter.

I FLOP DELL’INTER

SERBATOIO IN RISERVA – Napoli-Inter ha dunque sancito l’eliminazione dei nerazzurri dalla Coppa Italia, che dunque sprecano la chance di poter alzare un trofeo. L’aspetto negativo della sfida è innanzitutto questo, come sottolineato anche da Conte, ma in generale – tenendo conto della situazione, del lungo stop, delle oggettive difficoltà di tornare in campo dopo 3 mesi -, la prestazione dell’Inter non è da buttare. La benzina c’è ma va dosata bene, la difficoltà di esprimersi contro squadre chiuse come il Napoli di ieri c’era e c’è tuttora: Romelu Lukaku e Lautaro Martinez ne sono la prova. Sono loro i due Flop della sfida.

LUKAKU – Il centravanti belga non è in serata, senza fare troppi giri di parole. Ha due occasioni da gol ma le spreca, si fa sovrastare da Kalidou Koulibaly e appare impacciato nei movimenti. Che uno con il suo fisico non potesse entrare subito in condizione, era facilmente prevedibile, dunque inutile fare drammi. Lo abbiamo visto anche a inizio stagione, quando Lukaku segnava gol sì, ma appariva macchinoso. Con il passare del tempo la sua condizione atletica è cresciuta e probabilmente accadrà di nuovo. Appannato.

LAUTARO MARTINEZ – Ancora meno in serata è apparso il compagno di reparto di Lukaku, Lautaro Martinez. L’argentino è il vero assente ingiustificato della sfida. Chi ricorda le sue ultime prestazioni prima dello stop forzato, non avrà di certo visto grosse differenze ieri sera. L’ex Racing, infatti, ha ricominciato da dove aveva finito: vena realizzativa arrugginita, poca iniziativa e poco dialogo con Lukaku. Nikola Maksimovic fa il resto. Fantasma.

Oltre ai Top e Flop, clicca qui per leggere le nostre pagelle al termine di Napoli-Inter

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale

Articoli correlati

Back to top button

Rilevato Ad Block

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, e si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.