Focus

Inter, dopo il mercato rosa più completa ma con 2 ruoli potenzialmente scoperti

L’Inter ha portato a termine un mercato complicato, consegnando a Inzaghi un’ottima squadra in linea con gli obiettivi della società. Rimangono però alcuni dubbi sulla profondità della rosa, in particolare riguardo a due ruoli molto delicati.

Da Lukaku a Dzeko

ATTACCO INCOMPLETO? – Impossibile uscire rafforzati da un mercato che ha visto le uscite di Achraf Hakimi e Romelu Lukaku. Però questo non significa uscirne ridimensionati. L’Inter è stata in grado di completare l’organico con le poche risorse che aveva a disposizione e ha consegnato a Simone Inzaghi una rosa di tutto rispetto, con tutte le carte in regola per provare a difendere lo scudetto della scorsa stagione. Restano però alcuni dubbi e qualche punto di domanda. Il primo è senza dubbio il reparto d’attacco. La cessione di Lukaku è stata assorbita dagli arrivi di Edin Dzeko e Joaquin Correa, che vanno ad aggiungersi a Lautaro Martinez, Alexis Sanchez e Martin Satriano, che è rimasto in nerazzurro nonostante le voci (vedi approfondimento). Le incognite sono legate proprio ai due over 30. La tenuta fisica di Sanchez è ormai un caso internazionale. La possibilità che Inzaghi non possa contare su di lui per una larga parte della stagione è concreta. Dzeko invece ha iniziato bene la sua avventura all’Inter, ma la carta d’identità non mente e il suo utilizzo va dosato per evitare di spremerlo nei momenti topici della stagione. Rimangono i due argentini e il giovane uruguaiano, il che rende il reparto avanzato un settore da tenere d’occhio.

Soluzioni in mediana

VICE BROZO? – La batteria degli esterni, con gli innesti di Denzel Dumfries e Federico Dimarco, è ben allestita e permette a Inzaghi di variare gli interpreti senza perdere qualità. La difesa vede un netto stacco tra i tre titolari e le tre riserve, problema che si era presentato anche l’anno scorso in alcune occasioni. Ma il vero dubbio è in mezzo al campo. Chi è il vice Marcelo Brozovic? Il centrocampista croato è il regista dell’Inter, l’assoluto faro del reparto mediano dei nerazzurri. Quando è mancato, il gioco è inevitabilmente cambiato. Ci sono diverse soluzioni in caso di assenza: Stefano Sensi, Arturo Vidal e Nicolò Barella hanno, in un modo o nell’altro, dimostrato di poter interpretare quel ruolo. Ma non c’è un vero e proprio alter ego di Epic Brozo. Per numero di chilometri fatti e per il tipo di gioco offerto, potrebbe rivelarsi una scommessa azzardata non aver pensato a un sostituto. Il mercato ormai è chiuso e Inzaghi dovrà lavorare con chi la società, tra mille difficoltà, è riuscita a mettergli a disposizione. Serviranno anche una buona dose di fortuna e il duro lavoro di tutti, mai come quest’anno sarà importante ogni singolo elemento della rosa.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button