Paratici bluffa l’Inter, ma Marotta ha già deciso il futuro di Icardi e Dybala

Articolo di
15 agosto 2019, 15:01
Paratici Marotta

Il mercato di Inter e Juventus ruota più sul rapporto “bellicoso” tra Marotta e Paratici che sui nomi di Icardi e Dybala, entrambi in uscita e a rischio di dover accettare una destinazione sgradita, o peggio una permanenza forzata, qualora i due dirigenti non riuscissero a venirsi incontro per raggiungere i propri obiettivi reciproci

PARATICI VS. MAROTTA – Ci eravamo tanto amati. Stimati. Sopportati. Il rapporto tra Fabio Paratici e il suo maestro Beppe Marotta può essere descritto come un matrimonio felice nei primi anni, entrato in crisi successivamente (nel settimo anno?) e infine deterioratosi nel periodo conclusivo. Adesso i due dirigenti, da coppia di lavoro qual erano, sono diventati due perfetti sconosciuti. O almeno così vogliono far credere. Le strategie di mercato di Juventus e Inter sono opposte, seppur finalizzate allo stesso obiettivo e con la medesima necessità: cedere per acquistare.

ICARDI “CONTESO” – Il campo da gioco è l’attacco. L’obiettivo di mercato della Juventus di Paratici, in entrata, è sempre stato Mauro Icardi, da oltre un anno. Il tentativo di scippare Romelu Lukaku all’Inter in realtà non è mai stata un’opzione appoggiata e condivisa da tutti, bensì un’opportunità per intavolare uno scambio vitale in modo da sistemare parzialmente il buco di bilancio grazie a una plusvalenza importante, togliendo allo stesso tempo il primo nome sul taccuino nerazzurro per il dopo-Icardi. Paradossalmente, l’obiettivo di mercato dell’Inter di Marotta è ormai da mesi lo stesso e opposto a quello della Juventus, ovvero cedere Icardi per fare plusvalenza e finanziare gli acquisti voluti da Antonio Conte, compreso il già acquistato Lukaku.

VARIABILE DYBALA – Il punto di incontro su Icardi sarebbe già stato trovato se Paratici e Marotta si fossero venuti incontro, invece è in questo contesto che entra in gioco l’ultimo protagonista della vicenda. L’Inter ha deciso di cedere Icardi, ma non alla Juventus. La Juventus ha deciso di acquistare Icardi, ma non alle cifre dell’Inter. Ballano 80 milioni di euro, che la Juventus non spenderà mai, anzi, semmai ne spende la metà convinta di riuscire a sfruttare la condizione da separato in casa di Icardi a Milano, da dove è arrivata mesi fa una contro-proposta: la cifra si azzera se nell’affare entra Paulo Dybala, scambiato alla pari con il connazionale coetaneo. Uno scenario indigesto a Paratici, che non pensa minimamente di “regalare” Dybala a Marotta, temendo la coppia Dybala-Lukaku sotto la guida di Conte. E in questo contesto c’è poco da bluffare.

DZEKO COINVOLTO – Per mesi, strategicamente, Paratici ci ha venduto una realtà distorta per spingere solo ed esclusivamente verso il proprio obiettivo: “Dybala è incedibile e Icardi – oltre a essere un problema dell’Inter – non ci serve”, riassunto. Un bluff clamoroso. Una realtà venuta a galla negli ultimi giorni, con una serie di autogol impossibili da evitare: “Dybala dev’essere ceduto e Icardi – nonostante sia un problema dell’Inter – è difficile da acquistare”, tradotto. La strategia della Juventus ha una falla chiamata Marotta, che era già a conoscenza del piano del suo allievo e si è attrezzato in anticipo: prendere Lukaku per non svalutare ulteriormente Icardi in ottica cessione, mettendosi in una posizione di forza non solo con Paratici per Dybala, ma anche e soprattutto con Gianluca Petrachi per Edin Dzeko, in uscita dalla Roma (se la Juventus riesce a indirizzare Gonzalo Higuain nella Capitale). Il mercato delle punte terrà banco nelle ultime due settimane.

BLUFF DA FINE MERCATO – L’Inter aspetta, disposta a cedere Icardi a chiunque (possibilmente alla Roma, in alternativa al Napoli o all’estero, dove forse solo il Paris Saint-Germain può tornare in corsa) per le cifre note, senza grossi saldi di fine agosto, così da regalarsi in attacco anche Dzeko, ma nel frattempo Marotta prende tempo: se Paratici chiama e accetta lo scambio, l’operazione Dybala-Icardi arriverà alla fumata bianca, bloccando di fatto il doppio asse di mercato con la Roma (Higuain e Dzeko rimarrebbero a piedi). Marotta ha già deciso come concludere il mercato dell’Inter in attacco: Icardi ceduto, all’Inter uno tra Dybala (prima scelta di Marotta) e Dzeko (prima scelta di Conte). Perché non tutti e due? Lo scenario sarebbe anche economicamente sostenibile se Petrachi, anziché bluffare “alla Paratici”, liberasse Dzeko nelle ultime ore di mercato, dal momento che l’Inter finanzierebbe il suo acquisto con la cessione di Matteo Politano, ma per far sì che ciò avvenga servirebbe un altro passo falso di Paratici, l’ultimo dopo aver fallito la cessione di Dybala all’estero: prestare e/o svendere Higuain alla Roma, utopia oggi. I prossimi giorni saranno decisivi per tutti: la prima mossa delineerà tutto. La strategia di Marotta andrà in porto? Paratici permettendo…

Condividi questo articolo

Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer





ALTRE NOTIZIE