Pedullà: “Inter inorridita, ma ecco offerta scritta per Lukaku! SMS e Dzeko…”

Articolo di
18 luglio 2019, 00:04
Pedullà

Alfredo Pedullà – giornalista del “Corriere dello Sport” – tra “Aspettando Calciomercato” e “Sportitalia Mercato” su Sportitalia fa il punto sul mercato dell’Inter, che va dalla priorità Lukaku a nomi considerati minori, sia in entrata sia in uscita

OFFERTA PER LUKAKU – Un solo nome prioritario sulla lista, Alfredo Pedullà aspetta l’accelerata decisiva: «C’è l’amichevole tra le due squadre in mezzo e l’Inter prepara l’offerta scritta che si avvicina ai 70 milioni di euro per Romelu Lukaku, perché il tempo stringe: il mercato in Premier League chiude l’8 agosto, quindi ci sono venti giorni per fare l’operazione. L’Inter si sente inorridita per la richiesta del Manchester United di 85 milioni per Lukaku, sa di avere il vento a sfavore e il tempo contato: lo United deve sostituire Lukaku entro fine mese, non il 7 agosto. Il problema per Edin Dzeko è che anche la Roma è andata a questo braccio di ferro con l’Inter: è una situazione bloccata, anche perché Lukaku resta la prima scelta di Conte, che quando chiede viene accontentato. L’Inter oggi deve prendere Lukaku senza avere certezze su Mauro Icardi, che è l’attaccante perfetto per Maurizio Sarri, pur non essendo una priorità oggi: l’Inter deve fare un prezzo e non svilirlo perché c’è la Juventus dietro, ma i soldi ora li devono spendere per Lukaku a prescindere da Icardi, cercando di dilazionare al massimo l’investimento».

ALTRE OPERAZIONI – Pedullà sminuisce per ora tutti gli altri nomi che ruotano intorno al mercato dell’Inter: «Sergej Milinkovic-Savic della Lazio non è un’operazione in programma ora perché oggi il centrocampista non è una priorità per l’Inter: Conte è aggrappato alla punta, perché per il momento non ne ha a disposizione, il centrocampista è di là a venire, ma non avrebbe senso – dopo aver preso Nicolò Barella e Stefano Sensi – prendere un altro centrocampista adesso. A parte Borja Valero su cui resta una distanza minima tra le parti, non mi risultano affari in corso tra Inter e Fiorentina: il rapporto tra Piero Ausilio e Daniele Pradè va al di là del mercato. Il Bari in Serie C sta facendo un mercato da alta Serie B, ma con tutto rispetto per Andrea Ranocchia – che ha un grande rapporto con Conte – non ho riscontri».

Condividi questo articolo

Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer





ALTRE NOTIZIE