Biasin: “Icardi ha rifiutato 4 offerte! Va allo scontro con l’Inter e Conte”

Articolo di
30 giugno 2019, 22:42
Icardi Wanda Nara
Condividi questo articolo

Il giornalista e tifoso interista Fabrizio Biasin, dopo aver parlato delle trattative per Nicolò Barella e Romelu Lukaku all’Inter (QUI per leggere), è tornato sulla situazione di Mauro Icardi: l’argentino non intende assecondare la società nerazzurra ed è pronto allo scontro con Beppe Marotta e Antonio Conte

MURO CONTRO MURO – La situazione spiegata da Fabrizio Biasin: «Bisogna trovare una soluzione per il bene dell’Inter che sia il meno ingombrante possibile. I nerazzurri hanno fatto sapere a Mauro Icardi che non sono interessati alle sue prestazioni nella prossima stagione ma lui ha risposto che invece è interessato a restare e non ascolta offerte: il rischio è che si arrivi a uno scontro, complicato trovare una soluzione di buon senso. C’è il rischio che resti senza giocare, Antonio Conte e la società non intendono dare una possibilità al giocatore che ha già detto no a quattro proposte arrivate. L’Inter ha invitato il giocatore ad accettare le proposte, Icardi al momento dice no a tutto. Il mercato è lungo, le situazioni possono cambiare: sarebbe sciocco da parte di tutti avere un giocatore che ha segnato oltre 120 gol in un angolo. Che Inter e Juventus si parlino è cosa nota, le possibilità che si faccia rimangono basse per mille motivi: il più importante è che Icardi in questo momento dice di no. La storia è antica: l’Inter a un certo punto ha deciso che con l’argentino si potesse monetizzare, nel momento in cui lui si è messo di traverso è successo tutto quello che è successo. Nella sua testa c’è la volontà di non andarsene da perdente, crede di aver messo tanto impegno per costruire qualcosa di buono e portare l’Inter in Champions League: andare via ora sarebbe un fallimento e combatte contro il buon senso che ti porterebbe ad andare da un’altra parte, contro la logica andrà a fare questo scontro. Crede che rispetto a quello che è successo sia stata raccontato qualcosa di non corretto, lui non ci sente. Beppe Marotta quando è arrivato si è reso conto di una serie di cose che non andavano e ha dato una mescolata al minestrone, facendo venire fuori tutte le problematiche: tra le altre c’è stata anche questa. Si poteva fare in una maniera diversa aspettando la fine della stagione per comunicare al giocatore l’intenzione di venderlo, probabilmente avrebbe anche accettato di andare da un’altra parte. Per come si sono messe le cose adesso diventa difficile perché non vuole andare via con la nome dell’infame: c’è stato un problema sulla gestione della questione. L’obiettivo di Marotta è sistemare tutte queste cose, non c’è solo il problema Icardi ma anche Radja Nainggolan: c’è l’intenzione di costruire uno spogliatoio più solido e che in presenza di un problema lo sistemi da solo senza l’intervento del papà. Conte spera che il gruppo il 7 di luglio sia formato almeno al 90% sia in entrata che in uscita, ci sono ancora tante cose da fare: vuole Edin Dzeko e Romelu Lukaku per farli giocare assieme. Su Icardi ha messo un veto e non gli interessa neanche provarlo».


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE