Scontri Inter-Napoli, richiesta scarcerazione per un tifoso nerazzurro

Articolo di
17 gennaio 2019, 00:46
Stadio Meazza in San Siro Inter 110

È passato quasi un mese dagli scontri avvenuti nel quartiere di San Siro, a poca distanza dal Meazza, prima di Inter-Napoli della diciottesima giornata di Serie A, ma non è ancora stato trovato né il responsabile della morte di Daniele Belardinelli (investito da almeno una macchina) né chi ha organizzato tutta la vicenda. Il quotidiano “Il Giorno” dà però nuovi dettagli provenienti dal carcere, dove dallo scorso 31 dicembre è presente Marco Piovella.

RICHIESTA DI SCARCERAZIONEMarco Piovella, uno dei tifosi che hanno partecipato agli scontri avvenuti prima di Inter-Napoli dello scorso 26 dicembre, è in carcere dall’ultimo giorno dello scorso anno in quanto indicato come possibile organizzatore. I suoi legali, come riporta “Il Giorno”, hanno però presentato una richiesta di scarcerazione e di passaggio agli arresti domiciliari perché il trentaquattrenne non sarebbe stato omertoso, avendo collaborato con le autorità, e non avrebbe potuto indirizzare circa duecento persone per un attacco. Nella giornata di oggi la posizione di Piovella sarà valutata dal Riesame, dopo che negli scorsi giorni era stata negata la richiesta di lasciare il carcere (è incensurato), nel frattempo ha parlato con gli inquirenti dei fatti avvenuti a San Siro relazionando su quando si è reso conto che Daniele Belardinelli era stato investito.

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE