Mondo Inter

Morano (ex ag. Icardi): “Voleva l’Inter, ora è difficile! Wanda non è agente”

Abian Morano, storico ex agente di Mauro Icardi, è stato intervistato dalle colonne del quotidiano spagnolo Marca e ha parlato della delicata situazione creatasi attorno all’attaccante dell’Inter

Come hai scoperto Mauro Icardi?
«Molti anni fa, in una partita a Vecindario (Gran Canaria), dove lui viveva con la sua famiglia. Ero lì per vedere una partita di giovani tra il Vecindario e l’Huracán, dove giocava Jese, ed ero rimasto colpito da un numero 9 forte, rapido e col senso del gol. Era Mauro».

Da lì lo hai portato al Barcellona, perché non ha avuto successo?
«Il sistema di gioco del Barcellona non è il più congeniale alle qualità di Mauro. Decidemmo che per diventare professionista avremmo dovuto trovare una strada più diretta e appropriata. La Sampdoria ci offrì il miglior progetto. Era il 2011. Andò bene».

Con te ha firmato per l’Inter, no?
«Sì, ho iniziato con lui quando aveva 13 anni a Vecindario e abbiamo lavorato insieme fino al 2015, quando divenne capocannoniere della Serie A con l’Inter».

C’è mai stata l’occasione di portarlo al Real Madrid?
«Sì, agli inizi della sua carriera. Poi tornarono a chiamarmi quando Mauro debuttò in Serie A con la Sampdoria nel derby contro il Genoa, quando segnò il suo primo gol. Il progetto era per il Castilla, però Mauro era già lanciato. Dopo una settimana segnò una doppietta a Gigi Buffon a 19 anni (contro la Juventus allo Stadium, ndr)».

Ora vedi fattibile che il Real Madrid prenda Icardi?
«Da un punto di vista calcistico sì, è un gran numero 9. Fa gol e dà molto al reparto d’attacco, però il suo entourage (Wanda Nara, ndr)e la gestione della sua carriera è molto incompatibile con un club e uno spogliatoio come quello del Real Madrid».

Perché decise di separarsi da te?
«Credo che la mia influenza nella sua carriera, inclusa la gestione della parte economica e di marketing, fosse incompatibile con il rumore che c’è adesso intorno alla coppia».

Ti sorprende quello che sta accadendo ora intorno a lui?
«Sinceramente, no. Credo che il suo entourage abbia perso la visione della realtà e Mauro quello della sua carriera».

Credi che Wanda non sia una buona rappresentante?
«Wanda non è un’agente. A Mauro andrà meglio quando tornerà a distinguersi per quello che fa in campo e non per le continue richieste di attenzioni del suo agente. Ora si porta dietro un peso che sta condizionando il suo futuro».

Dove sarà il futuro di Mauro?
«Domanda difficile. Sono sicuro che il suo desiderio era rimanere all’Inter, però la gestione del suo “agente” ha reso difficile la cosa. Il pubblico nerazzurro non lo vede con gli stessi occhi e la decisione del club di togliergli la fascia è un messaggio ai pretendenti sulla difficoltà di controllare il suo entourage».

Avete ancora contatti?
«No, nessuno. Credo sia evidente».

Fonte: Marca – Hugo Cerezo
Traduzione: Inter-News.it – Simone Messe

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Place this code where you want the "Below the article_Feed" widget to render:
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

 

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

 

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh