Mondo Inter

Bergonzi: «Mariani eccellente! Inzaghi? Comportamento non da Inter»

Inter-Juventus è terminata tra le polemiche per il rigore assegnato ai bianconeri nel finale di gara (vedi articolo). L’ex arbitro Bergonzi, intervenuto a Maracanà su TMW Radio, ha commentato gli episodi più discussi del derby d’Italia.

MATCH COMPLICATO – L’ex arbitro Mauro Bergonzi ha analizzato l’arbitraggio di Maurizio Mariani nel derby d’Italia: «Innanzitutto faccio i complimenti a Mariani, perché ieri sera ha diretto molto bene Inter-Juventus, che è la partita più difficile in assoluto del nostro campionato da dirigere. L’ha diretta con polso, con personalità, con dialogo con i calciatori, con il sorriso, le sue caratteristiche. Ha fischiato in tutto 28 falli, che sono serviti per mantenere la partita nei giusti equilibri. Ammonizioni corrette».

Episodio discusso

POLEMICHE – Bergonzi si è poi soffermato sull’episodio del calcio di rigore per fallo di Denzel Dumfries: «Mariani era posizionato benissimo, mi sono accorto che con la mano destra ha portato il fischietto alla bocca. Quando fai quel gesto significa che l’episodio l’hai visto. Hai capito che è successo qualcosa ma non hai la sicurezza per poter fischiare. A quel punto fa il gesto di far proseguire, ma molte volte il body language dell’arbitro inganna. A volte fai quel gesto che significa che non sei sicuro. Il VAR c’è e ti aiuta proprio in queste situazioni. Il contrasto è netto, sul piede, siamo sulla linea dell’area di rigore. Calcio di rigore giusto, bravo il VAR ed eccellente la direzione di gara di Mariani. Ieri sera ho sentito dei commenti pazzeschi dinanzi ad un arbitraggio veramente molto buono. Le polemiche nascono dal fatto che era posizionato benissimo e ha anche visto, ma non è sicuro. Il VAR ti dà la certezza. Rigore sacrosanto e VAR applicato alla perfezione, non ci devono essere polemiche».

Inzaghi espulso

REAZIONE – Bergonzi ha concluso parlando dell’espulsione di Simone Inzaghi (vedi articolo): «Gli arbitri sono tutti ragazzi giovani ancora in fase di crescita. Basta con queste continue proteste degli allenatori. Più pressione metti agli arbitri, più si comportano così. Con un calcio a una bottiglietta magari fai finta di niente, ma un fratino lanciato in quel modo con quella reazione non è un comportamento da allenatore dell’Inter. Credo che a livello dirigenziale nell’Inter la pensino come me. Comunque è un gesto che deve essere punito con l’espulsione. Lo stesso Inzaghi l’ha accettata».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button