Mondo Inter

Bergomi: «Ronaldo, primo impatto in allenamento! Simoni importante»

Bergomi, ex storico capitano dell’Inter oggi opinionista, nel corso di “1997, Fenomeno Ronaldo” di Matteo Marani su Sky (QUI le parole di Ligabue), ha parlato dell’arrivo e dell’impatto che ebbe Ronaldo in nerazzurro, facendo un riferimento anche all’allenatore di quell’anno, Gigi Simoni.

IMPATTO RONALDOBergomi parla dell’arrivo di Ronaldo e delle spese di Moratti per l’Inter: «Insieme a Ronaldo arrivarono grandi giocatori, uno su tutti Simeone. Sul campo l’impatto non fu decisivo ma nello spogliatoio sin da subito, con personalità e carisma. Come dico sempre io c’è un capitano ma ci sono vari leader all’interno dello spogliatoio, lui si è imposto subito sotto quel punto di vista. Ronaldo arrivò relativamente tardi, difatti non fece il ritiro con noi perché arrivava dalla Copa America. Alla prima partitella riceve un lancio con le mani dal portiere, io arrivo per anticiparlo e lui con il petto la fa passare sopra di me e batte Pagliuca. Questo è stato l’impatto di Ronaldo in nerazzurro alla Pinetina».

IL TECNICO – Bergomi parla in particolare di Gigi Simoni, tecnico dell’Inter proprio nel 1997: «Gigi Simoni per me è stato, senza niente togliere agli altri, l’allenatore più importante. In quegli anni se non riuscivi a conquistare gli obiettivi avevi la forza di cambiare. Io ero sempre lì da vent’anni e vedevo tutto».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale

Articoli correlati

Back to top button

Rilevato Ad Block

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, e si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.