Analisi tatticaPrimo Piano

Cagliari-Inter: Inzaghi domina il gioco e doma la frenesia, agendo con criterio

Cagliari-Inter serve a posticipare ulteriormente l’agonia tricolore di una settimana… a Milano. E anche – forse soprattutto – a Reggio Emilia. L’1-3 firmato Darmian e Lautaro Martinez (doppietta) è frutto di una buona prestazione esterna per la squadra di Inzaghi, che indovina le mosse nei tempi giusti. Di seguito l’analisi tattica di Cagliari-Inter in Serie A

Pre-Game Analysis: la preparazione e le scelte di Inzaghi

FORMAZIONE – Ecco il 3-5-2 di partenza dell’Inter scelto da Inzaghi per affrontare il Cagliari in Serie A: Handanovic; Skriniar, de Vrij, A. Bastoni; Darmian, Barella, Brozovic, Calhanoglu, Perisic; Dzeko, Lautaro Martinez.

Cagliari-Inter formazione ufficiale
Cagliari-Inter formazione ufficiale

In-Game Analysis: lo sviluppo e la lettura della partita

HIGHLIGHTS – Nel primo tempo, al 10′ Skriniar entra in porta la palla dopo la conclusione respinta dal palo ma il VAR annulla per un presunto fallo di mano dello stesso. Poi al 25′ Darmian svetta di testa su Lykogiannis mettendo in rete lo splendido cross di Perisic da sinistra (0-1). E al 45′ il palo nega la gioia del gol a Lautaro Martinez, bravo a girarsi in area e andare alla conclusione. Nel secondo tempo, al 51′ Lautaro Martinez raccoglie il lancio lungo di Barella dalla metà campo nerazzurra, vince il duello con Altare e brucia Cragno facendogli passare la palla tra le gambe (0-2). Al 54′ Lykogiannis sfodera un potente mancino da fuori area che lascia di sasso anche Handanovic (1-2). Poi, all’84′ Lautaro Martinez fa doppietta con un scavetto mancino preciso sull’ottimo assist di Gagliardini alla sua destra (1-3). Infine, al 91′ anche Dumfries si aggiunge alla lista di chi non riesce a segnare solo a causa del palo, dopo l’ottimo inserimento.

MODIFICHE – Nella ripresa, sull’1-2, al 58′ arriva il primo doppio cambio dell’Inter: fuori Darmian e Barella, dentro Dumfries e Gagliardini. Staffetta completa sul lato destro del centrocampo. Al 70′ ecco il secondo doppio cambio di Inzaghi: fuori Bastoni e Dzeko, dentro D’Ambrosio e Correa. L’italiano si posiziona da terzo destro con Skriniar che scala come di consueto sul centro-sinistra della difesa, mente l’argentino agisce alla sinistra di Lautaro Martinez in attacco. Infine, sull’1-3, all’86′ spazio al quinto e ultimo cambio nerazzurro: fuori Lautaro Martinez, dentro Sanchez. Solita staffetta finale in attacco con il cileno che chiude in libertà partendo da destra (come da immagine sotto allegata, ndr).

Cagliari-Inter formazione finale
Cagliari-Inter formazione finale

Player Analysis: il singolo decisivo in Cagliari-Inter visto ai raggi X

PROTAGONISTA – Inzaghi sostiene di essere felice di avere a disposizione cinque attaccanti ma poi segna solo uno: Lautaro Martinez. Dzeko inizia e non conclude nulla. Correa entra e fa lo stesso. Sanchez mette secondi nelle gambe, non minuti. E Caicedo è come se non esistesse. Il numero 10 argentino, invece, segna. Ri-segna. E prima prende pure il palo. Che sia l’attaccante più forte della rosa nerazzurra non si scopre oggi. Che l’Inter possa avanzare solo grazie ai gol del suo Toro argentino è un problema che non doveva scoprirsi a stagione in corso. È il migliore in campo (vedi pagelle). Da ingabbiare, altro che sacrificare sul mercato. Mattatore.

Post-Game Analysis: le considerazioni finali su Cagliari-Inter

COMMENTO – Partendo dal presupposto che in campo ci sono una squadra obbligata a vincere per salvarsi e una squadra obbligata a vincere per non far festeggiare lo Scudetto agli “odiati” coinquilini in quel di San Siro, analizzare Cagliari-Inter è semplicissimo. La squadra stanca per aver vinto la Coppa Italia ai supplementari contro la Juventus non sembra l’Inter. E la voglia di evitare la retrocessione in Serie B da parte dei padroni di casa appare pressoché nulla. L’approccio nerazzurro è ottimo, quello rossoblù pessimo. Se il primo tempo fosse finito 0-3 sarebbe stato coerente con quanto visto in campo. L’Inter di Inzaghi domina il gioco dall’inizio alla fine, rischiando veramente solo in un paio di contropiedi. Difesa alta, a partire da Skriniar. Centrocampo che va in rete da quinto a quinto. E attacco non ben amalgamato, eppure Lautaro Martinez i suoi due gol li fa nuovamente. La prestazione dell’Inter a Cagliari non è niente eccezionale, ma è assolutamente concreta e convincente: ciò che serve per portare a casa (altri) tre punti. Serviranno? Per continuare a sognare sicuramente sì, ma per (ri)vincere lo Scudetto…

OSSERVAZIONE – La tranquillità mostrata dall’Inter a Cagliari non deve illudere. Inzaghi è bravo a domare la frenesia, facendo i cambi giusti nel momento giusto anziché ripetere il canovaccio delle ultime uscite. Niente doppia staffetta in attacco, così Lautaro Martinez ha modo e tempo di segnare il suo secondo gol. E niente cambi basati sulle gerarchie (D’Ambrosio e Gagliardini “preferiti” a Dimarco e Vidal, ad esempio) per evitare di snaturare troppo la formazione-tipo. I criteri utilizzati per i cambi sono giusti. In Cagliari-Inter va tutto bene, dopo tutto. Poi bisogna pensare al resto. Battere la Sampdoria a San Siro non basterà ed era prevedibile da settimane, ma che sia addirittura necessario che il Sassuolo faccia risultato pieno contro il Milan è una sorpresa. Inutile aggiungere altro: ogni valutazione finale sulla stagione dell’Inter di Inzaghi è posticipata di una settimana. Ma per ora il bicchiere nerazzurro in Serie A è mezzo vuoto, ovviamente.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh