Primo Piano

Petrachi: “Barella era contento della Roma, poi Inter! Proposto dal Cagliari”

Gianluca Petrachi si presenta da nuovo direttore sportivo della Roma e la sua conferenza stampa di presentazione è subito elettrica: parlando di Nicolò Barella ha confermato come i giallorossi siano ormai fuori e che il centrocampista classe ’97 voglia solo l’Inter, peraltro con il Cagliari che ha provato a offrirlo altrove.

SCELTA FATTA – Così Gianluca Petrachi, nella sua conferenza stampa di presentazione, sull’obiettivo di mercato dell’Inter ora al Cagliari: «Per quanto riguarda Nicolò Barella sono state dette tante inesattezze. Barella è un giocatore che, ancor prima che arrivassi io, o almeno questo è quello che mi è stato raccontato, il suo agente (Alessandro Beltrami, ndr) si è seduto tante volte con la società. Ha parlato, avevano raggiunto anche dei valori economici e Barella era molto contento di poter venire alla Roma, almeno questo mi è stato riferito. Io con Barella non ci ho parlato, volutamente, poi so che nell’intermezzo che c’è stato fra l’addio di Monchi e il passaggio di consegne si è perso per strada un po’ il discorso di calciomercato, perché naturalmente si aspettava che lo facesse chi era adatto a farlo. Si è perso un pochino di tempo, ma era inevitabile che si perdesse, perché quando si parla di tanti milioni bisogna condividere l’acquisto di un giocatore».

IMPOSSIBILE TORNARE INDIETRO – Petrachi esclude più o meno ulteriori dietrofront: «Si è inserita l’Inter e ha fatto la sua proposta al Cagliari e al giocatore. È stato chiamato da Antonio Conte, che è molto bravo poi a motivare i giocatori che si fa prendere. Ci sta che il ragazzo abbia l’ambizione magari di giocare la Champions League e oggi di non ritenere la Roma, forse, una squadra al livello dell’Inter. Io non ho mai cercato Barella, personalmente, è il Cagliari che ha cercato la Roma dicendo che l’Inter stava traccheggiando e che quindi la Roma, volendo, poteva avere la possibilità di prendere il giocatore. Siccome si dice che tentar non nuoce per me era già difficile prima, a maggior ragione adesso: non perché il Cagliari non ci abbia detto la verità, perché vorrebbe darlo alla Roma, ma perché il giocatore ha scelto l’Inter. O Barella chiama Petrachi e dice “Ci ho ripensato, vedo che prendono tempo e forse mi piacerebbe venire alla Roma”, a quel punto si può parlare, ma oggi per me Barella è un capitolo chiuso. Strappare, cercare in un modo così forzato di portare dentro un giocatore che aveva altre ambizioni significa sbagliare. Non è che col Dio denaro si comprano le persone, tantomeno un calciatore. Uno deve avere l’ambizione di prendere un giocatore, altrimenti che vada all’Inter».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

 

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

 

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh