Orrico: “Icardi? Un laser! Tedeschi dell’Inter, meno colpito dalla forza”

Articolo di
12 gennaio 2019, 00:51
Corrado Orrico

Corrado Orrico è stato allenatore dell’Inter per parte della sfortunata stagione 1991-1992, chiusa senza conquistare la partecipazione alle coppe europee (ma lui si dimise a gennaio). Ospite di “Calciomercato – L’Originale” su Sky Sport, l’ex tecnico oltre che di Mauro Icardi ha parlato anche del trio di giocatori tedeschi che ha avuto in nerazzurro in quei sei mesi.

PASSATO E PRESENTECorrado Orrico parla prima di chi c’è adesso all’Inter, viste le tante discussioni degli ultimi giorni, e poi di chi c’era quando è stato sulla panchina nerazzurra: «Mauro Icardi migliorato? Abbastanza, bisogna riconoscere che partecipa di più. Il merito è dell’allenatore, di chi vuoi che sia? Però quello che osservo è che le cose che fa arretrando sono solo di scarico, mentre Gonzalo Higuain per esempio se arretra dieci metri è capacissimo di cominciare l’azione da lì, anche. Voglio dire: ha una tecnica più completa Higuain, è più giocatore di calcio, Icardi è più un laser che ti fulmina da dentro l’area. Da cosa ero colpito dai tre tedeschi dell’Inter 1991-1992? Dalla loro professionalità, dalla forza un po’ meno perché Andreas Brehme era a fine carriera e Jurgen Klinsmann qualche problemino tecnico lo aveva. Lothar Matthaus no, aveva tutto».

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE