CRISI INTER – Icardi lascia l’Inter, ma non Milano: il Milan gli offre la fascia

Articolo di
26 febbraio 2019, 19:22
Crisi Inter Icardi

“Crisi Inter” è la rubrica ironica di Inter-News.it, che torna ad approfondire in maniera irriverente gli argomenti di casa Inter per provare ad “alleggerire” le polemiche quotidiane. Protagonista della decima puntata Icardi, che ha deciso di non giocare più senza fascia di capitano

ICARDI CAPITANO – La bomba di mercato è nell’aria da un po’ di tempo, ma deve solo trovare la combinazione perfetta prima di esplodere: Mauro Icardi al Milan! Ma andiamo a ripercorrere tutte le tappe: per motivi disciplinari-non disciplinari l’Inter ha tolto la fascia di capitano a Icardi, il cui organismo ha reagito con il riacutizzarsi di una sintomatologia dolorosa anteriore al ginocchio destro tradotta tecnicamente dal Dott. Piero Volpi con il referto: “Non ha un cazzo”; nel frattempo la moglie-agente Wanda Nara a ‘Tiki Taka’ in lacrime ha fatto chiarezza sulla situazione dichiarando dopo Fiorentina-Inter: “Mauro non è il Mostro di Firenze che descrivete, ma comunque Piero Pacciani veniva servito meglio rispetto a ciò che fa Ivan Perisic caccapupù”; intanto Massimo Moratti passeggia nervosamente sul marciapiede sotto la sede; successivamente la stessa Wanda torna sui suoi passi specificando: “Non è vero che Mauro non vuole giocare senza fascia, ma è più capitano lui di tutti voi messi insieme”; a questa dichiarazione segue lo scoop di mercato fatto uscire in queste ore, ovvero che Icardi non vuole lasciare l’Italia perché i figli di Maxi Lopez non possono trasferirsi all’estero per problemi legati al Fair Play Finanziario, mentre l’ex moglie di Maxi Lopez preferisce continuare la propria attività imprenditoriale (moglie-agente-opinionista-showgirl-fashion blogger-social media manager-salice piangente di Moratti) a Milano. Allora diventa facile fare due più due: da una parte ci sono Juventus e Napoli che offrono a Icardi 10 milioni di euro all’anno per farlo giocare all’ombra di Cristiano Ronaldo e Diego Armando Maradona; dall’altra c’è il Milan che può garantire a Icardi il numero 9 e il ruolo di spalla di Krzysztof Piatek (a cui è stato negato quel numero in favore del 19…), ma soprattutto farne l’erede designato di Leonardo Bonucci, dandogli la fascia di capitano vitale per tornare a calcare nuovamente un campo di calcio. Nelle prossime settimane ci sarà l’incontro decisivo tra le parti per definire la trattativa, già ben avviata: Beppe Marotta non fa sconti e chiede al Milan i 110 milioni della clausola, Leonardo ha già offerto all’Inter 35 milioni, il cartellino di Riccardo Montolivo, il prestito di Carlo Pellegatti e due terzini a scelta di Piero Ausilio dalle categorie Pulcini-Allievi.

NB: può contenere dosi di ironia e autoironia. Crisi Inter. #10

Clicca QUI per leggere la puntata precedente di “Crisi Inter”.

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE