Focus

Onana obiettivo Inter: un portiere moderno, ma da raffinare nello stile

L’Inter sembra aver scelto il portiere per il dopo Handanovic. Si tratta di Onana, che può arrivare a parametro zero. Conosciamo meglio il giocatore dell’Ajax.

EREDE CERCASI – Arrivati alla decima stagione insieme, in predicato di superare le 400 presenze e alla soglia dei 38 anni l’Inter ha deciso di occuparsi attivamente di lavorare al successore di Samir Handanovic. Non esattamente un processo affrontato con premura. Il nome su cui si sono concentrati i dirigenti è quello di André Onana, portiere dell’Ajax e della nazionale del Camerun. Un nome che unisce qualità e opportunità di mercato.

OCCASIONE DI MERCATO-  L’opportunità sta nel fatto che il portiere è in scadenza di contratto. L’Inter, che lo segue da tempo, e ora si dice abbia già un accordo. Quindi la sostituzione di Handanovic sarebbe a costo zero. Un ottimo colpo, pur considerando la lunga inattività di Onana a causa di una squalifica per doping. Proprio in virtù delle qualità del numero 24 dell’Ajax. Classe 1996, è diventato titolare già nel 2016-2017 dopo la cessione di Cillessen. A testimonianza delle sue qualità, ma anche della evidente personalità. Vanta 204 presenze, con anche 53 partite tra Europa League e Champions League. Un ottimo connubio di esperienza ed età. Ma le sue qualità?

QUALITÀ SU CUI LAVORARE – L’Ajax non ha puntato su di lui per caso. Nato in Camerun, dopo il primo sviluppo nella Samuel Eto’o Academy arriva alle giovanili del Barcellona. Da qui lo prelevano i lancieri. Facile intuire quindi che Onana abbia avuto una formazione da portiere moderno. Ottima la sua qualità nel giocare la palla, esattamente quello che serviva alla squadra nel post Cillessen. Con entrambi i piedi, sia palla a terra che nei lanci. Ama impostare e ha visione e personalità. Una risorsa fondamentale nel calcio moderno, un profilo perfetto per il calcio che l’Inter ha messo in campo negli ultimi anni. In questo il giocatore dell’Ajax è già un maestro. Tra i pali, nelle qualità più specifiche del suo ruolo, invece ha ancora da migliorare. Sia chiaro, Onana è un portiere affidabile, con grandi doti fisiche e di istinto. Capace di mettere in campo parate spettacolari, di alto livello. È esplosivo, veloce e reattivo. Ma queste sue doti naturali, istintive, vanno ancora raffinate un poco. Serve un ultimo lavoro sull’impostazione del ruolo e la tecnica specifica per portare al massimo un evidente talento. Un processo che in Serie A si è già visto. Alla Roma con Szczesny e Alisson, per dire. Sia chiaro che il camerunense è un giocatore forte. Pronto per fare il titolare. Senza adattamenti o periodi di apprendistato. Ma che deve continuare a lavorare sulle sue doti. Per diventare ancora migliore.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button