Focus

Inter, meglio Scamacca o Raspadori? Scelta chiara, ma a una condizione

L’Inter è alla ricerca di un attaccante, e i primi nomi sul taccuino sono quelli di Gianluca Scamacca e Giacomo Raspadori del Sassuolo. Un profilo non esclude l’altro, ma sarà necessario studiare l’operazione nel migliore dei modi.

REPARTO DA SISTEMARE – A livello numerico, l’attacco dell’Inter 2021/22 può contare su una maggiore stabilità rispetto alle ultime stagioni. Tuttavia i frequenti infortuni di Joaquin Correa (vedi condizioni) e Alexis Sanchez, uniti al fisico non più immarcescibile di Edin Dzeko impongono dei ragionamenti. Nella prossima estate saranno assolutamente necessari dei rinforzi, e i primi nomi a cui pensano i nerazzurri sono quelli di Gianluca Scamacca e Giacomo Raspadori, entrambi del Sassuolo. Ma quale dei due profili servirebbe più urgentemente all’Inter?

Scamacca o Raspadori per l’Inter: coppia (in)compatibile?

DIFFERENZE COMPATIBILI – Guardando a Scamacca e Raspadori, soprattutto dal punto di vista fisico, il primo sembra essere il rinforzo più necessario per l’Inter. Con i suoi 195 cm per 85 kg può risultare un ottimo profilo per rimpiazzare Dzeko, considerando anche i tredici anni che li separano. Il secondo ha invece caratteristiche più brevilinee, per certi versi più simili a quelle di Lautaro Martinez. Pertanto l’Inter non dovrebbe scegliere tra i due, dato che entrambi potrebbero fare comodo per puntellare il reparto offensivo.

CARENZA DI ESPERIENZA – A frenare le valutazioni nerazzurre è proprio l’elemento che in realtà rende più appetibili i due attaccanti del Sassuolo. Scamacca è del 1999, e Raspadori del 2000: con i loro 22 e 21 anni possono rappresentare due profili sui quali rifondare l’attacco dell’Inter. Soprattutto in previsione delle future uscite di Dzeko (35 anni) e Sanchez (33). Ma al tempo stesso la giovane età della coppia neroverde si traduce in una mancanza di esperienza che rischia di essere pericolosa nel salto da Sassuolo a Milano.

CONDIZIONI ECONOMICHE – Bisogna poi obbligatoriamente considerare l’aspetto economico. I rapporti tra Inter e Sassuolo sono ottimi, grazie anche alla grande amicizia tra i due amministratori delegati, Beppe Marotta e Giovanni Carnevali. Tuttavia solo per Scamacca si parla già di una quotazione di 40 milioni di euro, forse troppi per un attaccante con 23 gol tra Serie A e Serie B. I nerazzurri dovranno quindi costruire con intelligenza l’operazione, tenendo conto tanto dal rendimento in campo quanto della necessità di anticipare la già agguerrita concorrenza. L’unica cosa certa è che un eventuale arrivo di Scamacca già a gennaio permetterebbe a Simone Inzaghi di affrontare la seconda parte della stagione con una risorsa offensiva in più.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh