Mondo Inter

Tramontana: «Thuram? Sempre voluto all’Inter. Lukaku non al 100% ma…»

Tramontana fa il punto della situazione sulla prima parte di stagione dell’Inter. Il giornalista, intervenuto sulle frequenze di Radio Sportiva, parla anche di Thuram, possibile colpo del mercato nerazzurro. Poi si focalizza sugli attaccanti interisti, Lukaku e Correa, e sui problemi della fase difensiva. Di seguito le sue dichiarazione nel corso della trasmissione radiofonica. 

UNA STAGIONE A METÀ – Filippo Tramontana valuta la prima parte di stagione dell’Inter, chiusasi con la pausa per il Mondiale. Nel corso della trasmissione radiofonica, il giornalista spiega: «Se si parla solo di Serie A l’Inter è da cinque e mezzo. Il campionato è stato riabilitato dalle ultime partite, dove sono arrivate vittorie importanti a Firenze e Bergamo. Ma da una squadra come l’Inter ci si aspetta un campionato diverso, in cui si in lotta con la prima. I tanti gol subiti e le sconfitte negli scontri diretti non permettono di raggiungere la sufficienza. In UEFA Champions League, invece, l’Inter passa un girone proibitivo in maniera convincente e meritata. Quindi, possiamo dividere la stagione in due. Marcus Thuram (vedi articolo) mi piace molto. La scorsa estate lo sponsorizzavo e mi sarebbe piaciuto arrivasse all’Inter. Poi si è infortunato, ha avuto un problema abbastanza grave. È un giocatore veloce, fisico e prorompente. Corre palla al piede, è bravo nell’uno contro uno e sa anche finalizzare. L’Inter ha una batteria difensiva importante ma manca l’organizzazione. Non è una questione di uomini, perché sono tutti giocatori di alto livello. Per me il problema c’era solo in porta e, per fortuna, si è deciso di risolverlo a un certo punto della stagione».

Il pensiero di Tramontana sulle necessità dell’Inter

L’UOMO CHE MANCA – Dopo aver parlato di Thuram, una delle ultime voci del mercato dell’Inter, Tramontana affronta l’argomento Joaquin Correa: «All’Inter manca un uomo che sappia fare l’uno contro uno e che, in contropiede, riesca a portare palla tenendo dietro gli avversari e crei superiorità numerica. Quello di Correa è un discorso diverso. Lui è un ottima punta, ma quando l’Inter lo ha preso non pensava che potesse fare quello. Lo scorso anno aveva iniziato bene, poi si è fatto male e ha perso terreno. Serve un giocatore diverso, lui non c’entra. Su Romelu Lukaku (vedi articolo) mi focalizzerei sull’infortunio, perché sulle prestazioni non esaltanti c’è poco da valutare. Ha giocato solo quattro partite e, in quelle, ha fatto gol, assist e ha preso la traversa. Se è recuperabile me lo tengo senza pensarci un secondo! Anche altri giocatori non hanno mai giocato in Serie A, a causa degli infortuni, ma su Lukaku c’è un’attenzione particolare. I discorsi su di lui potrebbero farsi anche su altri calciatori. Al Mondiale tifo Argentina, non solo per Lautaro Martinez. Lo faccio anche per Javier Zanetti e per quello che ha rappresentato la nazionale argentina per noi negli ultimi venti anni di storia. Poi, Lionel Messi meriterebbe di alzare la Coppa del Mondo. Per lui sarà sicuramente l’ultimo e gli manca di vincere solo quello». Esprimendo la sua preferenza per il Mondiale, Tramontana conclude così il proprio intervento sulle frequenze di Radio Sportiva.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Detected!!!

Abbiamo notato che sta usando un AdBlocker. INTER-NEWS.IT sostiene spese ingenti di personale, infrastrutture tecnologiche e altro e disabilitando la pubblicità ci impedisci di guadagnare il necessario per continuare a tenerti aggiornato con le notizie sull\'Inter. Per favore inserisici il nostro sito nella tua lista di esclusione del tuo AdBlocker.

Grazie.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock