FocusPrimo Piano

Lukaku già faro dell’attacco Inter: con lui cambiano i giochi di coppia

Romelu Lukaku è di nuovo un giocatore dell’Inter, nonché padrone dell’attacco. Dalla prima partita ufficiale delle stagione emergono indicazioni chiare sul futuro del reparto offensivo nerazzurro.

RITORNO AL PASSATO – A Romelu Lukaku sono bastati 82 secondi per tornare ad iscrivere il suo nome in un tabellino dell’Inter. Riprendendo quindi la sua storia nerazzurra da dove aveva lasciato, ossia segnando e per giunta di testa (come nel 5-1 all’Udinese del 23 maggio 2021, ultima gara in maglia Inter per lui). E sulla prestazione del nuovo numero 90 contro il Lecce si può dire poco altro (qui la nota tattica), ma al momento va bene così. La condizione migliore arriverà con il tempo, ma per l’ex Chelsea era fondamentale iniziare subito con un gol. Anche perché le scelte di Simone Inzaghi parlano chiaro.

SISTEMA SOLARE – Analizzando infatti come ha giocato l’Inter a Lecce, emerge una netta differenza rispetto alla scorsa stagione. Il riferimento offensivo è cambiato. Per la stagione 2022/23 il fulcro dell’attacco nerazzurro sarà Lukaku, che fungerà da centro gravitazionale per i compagni attorno a sé. E questo appare evidente se guardiamo alle posizioni medie della gara di sabato scorso (prese da SofaScore):

Lecce-Inter posizioni medieLukaku è stato il riferimento offensivo dell’Inter per tutto il corso della gara. Il fedele compagno e amico Lautaro Martinez ha invece gravitato alle sue spalle, fungendo da collante con la squadra. Se vogliamo, un’inversione di ruoli rispetto al recente passato della coppia. Ma non è difficile immaginare che questo schieramento sia stato scientemente deliberato da Inzaghi, considerando la forma non ottimale del belga. E per meglio collegare il gioco, il tecnico ha preferito puntare sul dinamismo dell’argentino, top scorer del precampionato nerazzurro. E anche con le sostituzioni non è cambiato molto.

RUOLI CHIARI – Quando è entrato Edin Dzeko, il bosniaco è andato a “pestare i piedi” a Lukaku, come si vede nella mappa sopra. I due hanno creato una coppia di torri inscalfibili per provare a minare le resistenze avversarie, a cui si è aggiunto poi Joaquin Correa. Formando così un poker d’attacco estemporaneo, che difficilmente verrà riproposto nel corso della stagione. Perché la sensazione vivida è che Lukaku e Lautaro Martinez saranno l’intoccabile coppia offensiva dell’Inter. E Inzaghi non dovrà inventarsi test per trovare la miscela realizzativa corretta. Né ricorrere preventivamente al cambio di entrambi gli attaccanti come spesso abbiamo visto l’anno scorso. Correa e Dzeko si pongono come rincalzi di lusso rispetto alla LuLa, e il tecnico dovrà solo capire come rinforzare il legame di complementarietà con uno dei due titolari. Soprattutto per l’11 argentino, viste le difficoltà vissute dal 9 bosniaco lo scorso anno.

Nota tattica di Lecce-Inter: il ritorno in nerazzurro di Lukaku

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh